Quando il bambino mente: ecco cosa c’è dietro

Il bambino si mette di fronte a voi con gli occhi spalancati e afferma di essersi già lavato le mani. Se il bambino ha circa tre anni, è probabile che vi tenga le mani sporche …

Quando il bambino mente: ecco cosa c’è dietro

Kind lacht und hat Essen im Gesicht
  1. Rivista
  2. »
  3. Genitori
  4. »
  5. Educazione dei bambini
  6. »
  7. Quando il bambino mente: ecco cosa c’è dietro
Perché mio figlio inizia a mentire?

In realtà, è del tutto normale che i bambini mentano a un certo punto. Anzi, di più: la capacità di mentire e di cercare di crearsi una realtà alternativa è una pietra miliare dello sviluppo psicologico.

Quali sono i motivi che spingono mio figlio a mentirmi?

I motivi per cui i bambini mentono ai genitori e agli altri adulti sono molto diversi. Vanno dalla mancanza di riconoscimento alla paura della punizione, fino al vantaggio delle bugie bianche.

Come devo comportarmi quando sorprendo mio figlio a mentire?

Come genitore, non dovete punire immediatamente il bambino che mente, ma cercare di scoprirne i retroscena.

Il bambino si mette di fronte a voi con gli occhi spalancati e afferma di essersi già lavato le mani. Se il bambino ha circa tre anni, è probabile che vi tenga le mani sporche in faccia e allo stesso tempo menta come un soldato. Quando il bambino ha circa 5 anni, è più probabile che cerchi di nascondere le mani sporche dietro la schiena.

Quando un bambino mente e inventa storie, all’inizio i genitori sono inorriditi. Si tratta di una fase di sviluppo del tutto naturale. È importante capire le ragioni delle bugie per reagire in modo appropriato. Scoprite qui quali sono i tipi di bugie e cosa vuole ottenere vostro figlio con esse.+

[button]Libri per bambini sull’argomento[/button]

1. mentire è una pietra miliare nello sviluppo

Intelligenza sociale

Le basi per una buona intelligenza sociale vengono gettate nella prima infanzia. I bambini imparano a mettersi nei panni degli altri e a comportarsi in modo empatico fin dall’età di tre anni. Queste abilità ci rendono esseri sociali.

Anche se ai genitori non piace quando il proprio figlio mente: le storie di bugie, a volte divertenti, sono un buon segnale psicologico di sviluppo e non testimoniano un’educazione sbagliata. Verso i tre-quattro anni, i bambini capiscono che possono fingere una “realtà alternativa” con bugie intenzionali.

Se Max, sette anni, ha mangiato la barretta di cioccolato che in realtà il papà gli aveva proibito, è consapevole della violazione della regola. Se poi gli viene chiesto se l’ha mangiata, mente per sfuggire alla minaccia del rimprovero. Max è consapevole che il padre – in teoria – non può sapere se ha mangiato la barretta e che potrebbe farla franca.

I confini tra immaginazione e realtà sono ancora fluidi nei bambini in età prescolare: a volte sentono che mentendo possono annullare il consumo della barretta di cioccolato e cambiare il presente. Quindi, quando i bambini piccoli mentono, raramente si tratta di un atto maligno e di un tentativo di sfuggire alla punizione, ma di un gioco e di un tentativo di costruire un mondo tutto loro.

I bambini più piccoli, cioè quelli fino a tre anni, partono dal presupposto che tutti abbiano la stessa conoscenza dei fatti. Perciò non pensano nemmeno di voler cambiare la realtà mentendo.

2. le cause della menzogna

Ci sono diverse situazioni in cui un bambino mente. Dovete osservare con attenzione quando lo sorprendete a mentire e se il bambino mente sempre e trarre le vostre conclusioni. Spesso è meglio lavorare sulle cause della menzogna e non affrontare direttamente il comportamento del bambino.

2.1 Richieste eccessive

Kind und Frau spielen Cello
Una forte pressione per ottenere prestazioni può portare a mentire.

Quando i bambini mentono, spesso sono sopraffatti dalle situazioni. Anna, ad esempio, sa che la madre single deve lavorare molto ed è costantemente al limite. La ragazza ha problemi a scuola, ma non vuole affrontare la madre. È sopraffatta dalla situazione familiare e dalla pressione di rendimento e mente sui suoi voti per non pesare ancora di più sulla madre.

Ibambini vogliono essere percepiti positivamente e compiacere i genitori. Pertanto, possono mentire per non distruggere questa percezione.

Altri motivi di richieste eccessive possono essere:

  • Stress a scuola (pressione per i voti, per gli esami finali imminenti, scarso rendimento, difficoltà di apprendimento).
  • stress da hobby (troppi hobby diversi da perseguire, sport competitivi, orari troppo stretti)
  • Pressione sociale in famiglia (litigi tra i genitori, divorzio, nuova prole che richiede molta attenzione).

2.2 Paura delle conseguenze

Uno dei motivi più comuni per cui i bambini mentono, anche quelli più piccoli, è sicuramente la pura paura delle punizioni. Il bambino in età prescolare ha gettato il vaso e non vuole rischiare il divieto di guardare la TV, quindi incolpa gli altri. L’adolescente, ovviamente, vuole nascondere il fatto che non ha passato la notte a casa del suo amico, ma con la sua nuova ragazza.

Suggerimento: questo tipo di menzogna è diffuso anche tra gli adulti per evitare conseguenze minacciose. Pertanto, dovreste valutare fino a che punto volete agire come modello genitoriale.

2.3 Riconoscimento attraverso la menzogna

Kinder in einer Gruppe lächeln in die Kamera
Un bambino può anche usare le bugie per sognare uno status sociale migliore
.

Anche le disuguaglianze sociali possono indurre un bambino a mentire. Se non ci sono abbastanza fondi per i vestiti di marca più recenti, se la famiglia non è riconosciuta nel luogo in cui vive o se ci sono altre circostanze di vita che potrebbero essere motivo di bullismo, alcuni bambini ricorrono alla menzogna.

Il bambino inventa storie per migliorare lo status con le bugie, sia che si tratti di migliorare la situazione finanziaria della famiglia con le bugie o di costruire un altro mondo illusorio con le bugie. Questi tipi di bugie spesso compaiono per la prima volta nei bambini della scuola primaria intorno agli 8 anni, quando diventano consapevoli di molte regole sociali.

Esempi di menzogna come mezzo di riconoscimento:

  • Finanze: i figli parlano di vacanze in paesi lontani, di parenti ricchi all’estero o del nuovo schermo piatto – solo che non esiste nulla di tutto ciò.
  • Famiglia: la madre lavora in modo indipendente da casa e il padre guadagna molto denaro come esperto di finanza. Nei fine settimana la famiglia fa grandi gite e il bambino gode di molta libertà a casa. Soprattutto quando la situazione familiare non è così rosea, i bambini si creano una vita familiare da sogno.
  • Personalità: i giovani, in particolare, tendono a rappresentare se stessi come personalità particolarmente estreme per distrarsi dalla realtà, spesso meno movimentata. Si raccontano agli amici crimini fittizi, feste dissolute, consumo di alcol e droghe, anche se nulla di tutto ciò è vero.

2.3 La bugia bianca

Kind kreuzt Finger hinter Rücken
La bugia bianca è diffusa anche tra gli adulti e non desta preoccupazione.

Un modo socialmente accettato di mentire è la bugia bianca. La mamma non deve sapere che il figlio le ha fatto un bel regalo di compleanno.

Papà non dovrebbe sapere che i suoi jeans non gli vanno più bene. E non è detto che dobbiate dire a vostra zia che il suo taglio di capelli non vi piace.

Mentire non è sempre una cattiva azione, in questo caso è addirittura socialmente accettato per non offendere altre persone o per non fare sorprese.

3. mantenere la calma: Consigli su come affrontare correttamente le bugie

Kind und Frau lachen sich an
I genitori dovrebbero parlare con i loro figli e togliere loro la paura di dire la verità.

La prima volta che cogliete vostro figlio in una bugia, vi sarà sicuramente difficile reprimere un sorriso. Può capitare che vostra figlia di tre anni sia in piedi davanti a voi a masticare caramelle e sia fermamente convinta di non aver mangiato nulla di dolce.

Se un bambino mente continuamente, è bene parlarne apertamente, perché spesso le ragioni sono più profonde. La reazione giusta dipende dal singolo caso. Quindi è meglio prendersi un breve momento per riflettere sulla situazione.

Natura della menzogna Ecco come potreste reagire
Paura delle conseguenze Parlate con vostro figlio della bugia e spiegategli perché non va bene mentire. Interrogatelo anche sulle sue motivazioni. Reagite in modo appropriato e, se possibile, non così duro come il bambino si sarebbe aspettato. In questo modo si elimina la paura di una punizione futura.
Riconoscimento Rafforzate la fiducia in voi stessi e aiutatelo a vivere momenti speciali. Forse c’è un talento che potete incoraggiare e che lo renderà più sicuro di sé; se ci sono problemi a scuola, il tutoraggio può essere un rimedio appropriato.
Personalità Parlate con vostro figlio del suo comportamento e delle sue ragioni. Perché vuole creare un mondo di vita diverso con le bugie? Che cosa gli manca attualmente? In questo caso, le punizioni sono inutili; il bambino ha bisogno di sostegno, ad esempio nella pubertà, per trovare la “sua strada”.
Bugie bianche Con le bugie bianche i bambini vogliono evitare di fare del male agli altri. Noi adulti facciamo lo stesso. Le punizioni sono quindi controproducenti. Fate capire a vostro figlio che le bugie bianche sono ammesse e che anche dire la verità può chiarire una situazione.

4. libri per bambini sull’argomento

Bestseller No. 1
Füchse lügen nicht
  • Hub, Ulrich (Author)
Bestseller No. 2
Bestseller No. 3

Articoli correlati