Stile educativo democratico: definizione, obiettivi, vantaggi e svantaggi

La democrazia è onnipresente per ognuno di noi. Ma come si presenta in realtà nel contesto dell’istruzione? È possibile realizzare uno stile educativo democratico? Quali decisioni possono essere prese insieme? In che misura sono necessarie …

Stile educativo democratico: definizione, obiettivi, vantaggi e svantaggi

Demokratischer Erziehungsstil
  1. Rivista
  2. »
  3. Genitori
  4. »
  5. Educazione dei bambini
  6. »
  7. Stile educativo democratico: definizione, obiettivi, vantaggi e svantaggi
Cosa si intende con il termine stile educativo democratico?

Lo stile educativo democratico si basa sulle idee liberali dell’educazione antiautoritaria, ma si affida a strutture fisse.

Quali vantaggi promette l’approccio democratico all’educazione?

Accordi chiari, in cui i bambini hanno voce in capitolo, dovrebbero facilitare la convivenza nel rispettivo gruppo.

Ci sono anche degli svantaggi?

Naturalmente, ogni teoria è criticata. Ecco una panoramica di tutti i vantaggi e gli svantaggi.

La democrazia è onnipresente per ognuno di noi. Ma come si presenta in realtà nel contesto dell’istruzione? È possibile realizzare uno stile educativo democratico?

Quali decisioni possono essere prese insieme? In che misura sono necessarie regole per la convivenza tra genitori e figli? E quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’approccio democratico all’educazione?

Nel nostro articolo scoprirete quali sono le caratteristiche che contraddistinguono lo stile educativo democratico e in che misura può essere attuato nella vita quotidiana della famiglia.

[button]Ulteriore letteratura sull’argomento[/button]

1. la definizione di approccio democratico

Familienausflug ins Grüne
I bambini possono avere voce in capitolo nella pianificazione.

Il termine stile educativo democratico si spiega da sé. Per definizione, i bambini dovrebbero imparare a prendere decisioni insieme ai loro genitori o al rispettivo gruppo d’asilo.

Rispetto ad altri stili educativi, l’educazione democratica si colloca nel mezzo dello spettro. Da un lato, ci sono regole chiare affinché i bambini imparino a rispettare i limiti. D’altra parte, il libero sviluppo del bambino non deve essere messo a repentaglio: le regole sono quindi necessarie solo per creare un contesto in cui i bambini possano muoversi il più liberamente possibile.

L’educazione democratica si basa su un’ampia co-determinazione dei bambini. I genitori o gli educatori danno una direzione generale, ma permettono sempre ai bambini di esprimere le proprie idee sull’argomento.

Con l’avanzare dell’età, le preoccupazioni dei bambini vengono prese in maggiore considerazione. Tuttavia, è importante che i genitori e gli educatori dei bambini piccoli mostrino comprensione e prendano sul serio i bisogni emotivi dei bambini.

In questo video di YouTube è possibile vedere una breve panoramica di quattro stili genitoriali estremi e dei problemi che causano:

2. cooperazione più ampia possibile con una struttura chiara

Familie sitzt gemeinsam auf der Couch
Ci sono accordi chiari in modo che la convivenza funzioni bene.

Anche se lo stile educativo democratico è caratterizzato da decisioni collaborative, esiste una struttura di base fissa che viene sempre rispettata.

Non c’è quindi bisogno di discutere di tutto e di niente, perché alcune cose sono fisse per ogni membro del gruppo. Questo vale, ad esempio, per le seguenti regole di base maggiori e minori:

  • La propria libertà finisce sempre quando la libertà di un altro viene limitata.
  • I tabù sono obbligatori per proteggere la salute. (non attraversare la strada quando è rossa, non salire su un albero alto, non allontanarsi troppo da casa senza supervisione).

Per molte altre cose, invece, è possibile aprire una discussione e dare a ogni gruppo o membro della famiglia l’opportunità di rappresentare se stessi e il proprio punto di vista.

Facendo della co-determinazione un’alta priorità nella vostra formazione, dovrete prendervi molto tempo. Quindi ascoltate attentamente e cercate di trovare insieme una soluzione che sia la migliore per tutti i partecipanti.

Suggerimento: mostratevi comprensivi nei confronti dei desideri del bambino, anche se a volte vi sembrano assurdi.

3. il giusto mix: lo stile educativo democratico come ideale

Kurt Lewin – il padre degli stili educativi

Lo psicologo sociale è considerato il fondatore della ricerca sugli stili educativi e già negli anni ’30 sottolineava i vantaggi dell’educazione democratica.
Per saperne di più su Kurt Lewin e la sua ricerca, cliccate qui.

Gran parte della popolazione trova particolarmente adatto lo stile di educazione democratico e liberale. In questo modello né gli educatori né i genitori si concentrano su particolari asprezze, né vi è un approccio eccessivamente lassista. I bambini hanno così la possibilità di orientarsi a valori e norme chiare. È chiaro che, nonostante i diritti di co-determinazione dei bambini, i genitori o gli educatori hanno l’ultima parola.

Questo rende particolarmente facile per la maggior parte dei bambini rivolgersi a voi anche quando hanno dei problemi. In una comunità non è sempre possibile esaudire ogni desiderio. Allo stesso tempo, però, c’è la possibilità di difendere i propri obiettivi, di perseguirli e di convincere gli altri di questa idea.

Le parole svolgono quindi un ruolo estremamente importante nell’educazione democratica, in modo che quasi nessun bambino debba lottare con la mancanza di vocabolario.

Attenzione: le punizioni non fanno parte dello stile educativo democratico. Piuttosto, si svolgono intense discussioni sul motivo per cui le regole sono state disattese.
Con il tempo, i bambini dovrebbero imparare ad assumersi le proprie responsabilità.

4 Vantaggi e svantaggi dello stile educativo democratico

Kind zeigt mit dem Daumen hoch, die Mutter runter
I compromessi non sono sempre facili da trovare.

Grazie all’alto grado di codeterminazione, i bambini non solo sviluppano rapidamente un vocabolario relativamente ampio, ma imparano anche a difendere qualcosa con sicurezza.
Tuttavia, poiché le decisioni prese democraticamente non sempre corrispondono ai propri interessi, i bambini diventano disposti a scendere a compromessi e a fare gioco di squadra a scuola o nel mondo del lavoro.

Sviluppando strategie e obiettivi comuni, i bambini sono anche disposti a lavorare su se stessi per raggiungere un obiettivo specifico. Soprattutto a scuola, l’approccio democratico può dare risultati migliori di quelli ottenuti con punizioni o incentivi.

Come ogni stile educativo, l’educazione democratica non è perfetta. Soprattutto nei giorni in cui gli orari sono un po’ più stretti, le discussioni interminabili possono diventare una vera e propria prova di pazienza. Tuttavia, l’uguaglianza è qualcosa che non funziona solo nei singoli giorni, ma deve essere applicata in generale.

Di seguito troverete un breve riassunto dei principali aspetti positivi e negativi dello stile educativo democratico:

  • i bambini imparano a far parte di un gruppo
  • viene incoraggiata la disponibilità al compromesso
  • il vocabolario si amplia in modo giocoso
  • I bambini diventano rapidamente sicuri di sé
  • i bambini costruiscono fiducia nel gruppo (genitori, insegnanti, altri bambini)
  • di tanto in tanto si verificano discussioni interminabili e improduttive.
  • È necessario un alto grado di pazienza
  • A volte è difficile vedere i bambini come partner alla pari.

5. ulteriore letteratura sull’argomento

Articoli correlati