Arresto del parto: informazioni su cause, tempi e possibile durata

Per le donne, il parto è uno dei momenti più emozionanti e intimi della loro vita. Hanno trascorso l’intera gravidanza in attesa di questo momento. Sebbene nella maggior parte dei casi il parto avvenga senza …

Arresto del parto: informazioni su cause, tempi e possibile durata

geburtsstillstand
  1. Rivista
  2. »
  3. Gravidanza
  4. »
  5. Durante la gravidanza
  6. »
  7. Arresto del parto: informazioni su cause, tempi e possibile durata
Che cos’è un arresto del parto?

I medici parlano di arresto del parto quando il parto si blocca per un certo periodo di tempo, sia nella fase di apertura che in quella di espulsione. Tuttavia, è molto difficile stabilire un limite di tempo perché molti altri fattori giocano un ruolo importante.

Quali sono i motivi per cui un parto si blocca?

Un parto può arrestarsi per diversi motivi. Nella fase di apertura, spesso è dovuto a una debolezza del travaglio, a un errato posizionamento della testa del bambino o all’indebolimento della forza della madre. Durante la fase espulsiva, può verificarsi un arresto del parto a causa di un disallineamento tra il bacino della madre e la testa del bambino.

Quali misure si possono adottare in questo caso?

Innanzitutto, i medici e le ostetriche cercheranno di anticipare il parto con misure semplici e di poco conto. Se non funzionano, si può ricorrere ai farmaci. Se c’è il rischio che l’arresto del parto possa avere gravi conseguenze per il bambino e/o la madre, il parto cesareo è inevitabile.

Per le donne, il parto è uno dei momenti più emozionanti e intimi della loro vita. Hanno trascorso l’intera gravidanza in attesa di questo momento. Sebbene nella maggior parte dei casi il parto avvenga senza incidenti o complicazioni, alcune donne possono avere un travaglio ostruito.

In questo articolo vi spiegheremo cos’è un arresto del parto, in quali momenti può verificarsi e quali sono le cause. Inoltre, vi informeremo sulle misure da adottare di conseguenza.
[button]Acquista online altra letteratura[/button]

1. se il parto si ferma, la consegna è bloccata

schwanger frau schaut ungeduldig auf die uhr
Mentre le pause del travaglio sono normali, un arresto del parto può essere pericoloso.

Quando si verificano le prime contrazioni vere e proprie, le donne di solito sono sollevate e ansiose allostesso tempo. Sono felici che le cose stiano finalmente iniziando, ma sono anche incerte su ciò che dovranno affrontare nelle ore successive.

Tuttavia, il parto non va sempre secondo i piani. Dopo la rottura delle membrane, l’arresto del parto è la complicazione più comune che può verificarsi durante il parto. Per definizione, si parla di arresto del parto quando il travaglio non progredisce per un periodo di tempo prolungato. L’arresto del parto può verificarsi sia durante la fase di apertura (EP) sia durante la fase di espulsione (AP).

Tuttavia, il periodo di assenza di progressi non è definito con precisione, poiché si devono prendere in considerazione altri fattori. Dipende se la donna è alla prima esperienza e se ha già ricevuto l’epidurale.

Ne conseguono i seguenti limiti di tempo (che si applicano principalmente alla fase espulsiva):

  • Prime mamme senza epidurale: 2 ore
  • Prime madri con epidurale: 3 ore
  • Parto multiplo senza epidurale: 1 ora
  • Parto multiplo con PDA: 2 ore

Naturalmente, durante il parto ci sono sempre fasi in cui i progressi sono un po’ più lenti. Tuttavia, se non si notano progressi nel periodo corrispondente, il medico parla di arresto del parto.

2 Le cause della mancanza di progressi nel parto possono essere diverse

aerztin troestet erschoepfe schwangere frau
Un forte esaurimento può causare crampi ai muscoli e un arresto del parto
.

Imotivi per cui si verifica un arresto del parto possono essere diversi. Tuttavia, è importante distinguere tra la fase di apertura e la fase di espulsione.

Cause dell’arresto del parto durante l’EP:

  • Debolezza del travaglio/ contrazioni insufficienti
  • posizionamento errato della testa del bambino (ad es. posizione a stella)
  • la forza della madre diminuisce
  • Il collo dell’utero non si apre a sufficienza

Motivi di un arresto del parto durante l’AP:

  • Scompenso tra la testa del bambino e il bacino della madre.
  • Macrosomia
  • Posizione errata della testa del bambino
  • Esaurimento
  • La PDA impedisce alla madre di spingere con forza durante le contrazioni.

Tuttavia, non ci sono solo ragioni fisiche per un arresto del parto, ma anche psicologiche. Ad esempio, alcune donne non hanno la sicurezza e la fiducia necessarie per superare con successo le ore successive. Altre ancora si bloccano perché hanno paura dell’imminente ruolo di madre.

Qui potete vedere il resoconto del parto di un’ostetrica e di una madre che ha messo al mondo il suo bambino in modo normale nonostante un arresto del parto:

3. porre fine all’arresto ostetrico: queste misure possono essere d’aiuto

schwangere frau bekommt ueber eine kanuele wehenfoerdernde medikamente
I farmaci che favoriscono le contrazioni possono aiutare a far progredire il parto.

Nella fase di apertura, la cervice si apre in media di circa un centimetro all’ora. Di solito questo avviene un po’ più velocemente nelle donne multipare.

Se il parto si blocca a causa di una contrazione debole, si adottano innanzitutto misure per far ripartire le contrazioni. Possono essere utili l’esercizio fisico, l’agopuntura o un clistere. Se queste misure non sono utili, si può ricorrere a farmaci appropriati che favoriscono il travaglio.

Se il problema è una posizione scorretta della testa del bambino, la prima cosa da fare è rilassare i muscoli del bacino e dell’utero, in modo che il bambino possa scivolare facilmente nel bacino. A volte può essere sufficiente anche un cambio di posizione o di lato.

Il rilassamento è utile anche quando la futura mamma ha bisogno di raccogliere nuove forze. Se il dolore è troppo forte, i medici possono anche usare il protossido di azoto o qualcosa di simile per facilitare il parto.

Se non è possibile porre fine a un arresto del parto, i medici devono indurre un’interruzione del parto. Se il bambino si è già spinto abbastanza in profondità nel bacino, può essere possibile estrarlo con un forcipe o una ventosa. Se il bambino giace trasversalmente nell’addome o se la sproporzione tra il bacino e la testa del bambino è troppo grande, il taglio cesareo è di solito inevitabile. In caso contrario, un arresto del parto può avere conseguenze enormi per il bambino e per la madre.

Il compito principale delle ostetriche e degli ostetrici responsabili è quello di valutare quali misure sono necessarie in quale momento. La regola fondamentale è quella di non aspettare troppo a lungo, per non mettere in pericolo madre e bambino.

4 Prevenire l’arresto del parto fin dall’inizio

Preparazione al parto
Una buona preparazione al parto non solo può aiutarvi ad affrontare meglio il dolore del travaglio e a respirarlo in modo più efficace. Molte donne frequentano un corso di preparazione al parto per parlare delle loro paure e sciogliere le tensioni. In uno studio australiano, i ricercatori hanno scoperto che le donne traggono i maggiori benefici dai metodi integrativi di autoapprendimento.

Purtroppo non è possibile prevedere l’esito del parto, quindi non è sempre possibile prendere le contromisure adeguate. Tuttavia, esistono alcune possibilità per prevenire al meglio un arresto del parto.

Queste includono:

  • Fare attenzione a ciò che si mangia
  • Fare molto esercizio fisico
  • praticare sport leggeri a seconda di come ci si sente bene
  • praticare esercizi di rilassamento e yoga
  • Essere il più possibile rilassate riguardo al parto

Potete anche chiedere all’ostetrica cosa potete fare per contrastare un arresto del parto. Tuttavia, è altrettanto importante parlare di cosa fare in caso di arresto del parto.

Poiché con il dolore del travaglio si è meno in grado di pensare con chiarezza, è utile parlare in anticipo con il proprio partner di ciò che si desidera per il parto e di ciò che non ci si sente a proprio agio. In questo modo non vi troverete nella scomoda posizione di dover prendere una decisione appropriata da sole durante la fase di apertura o di espulsione.

5 Ulteriori letture per le future mamme e i futuri papà

OffertaBestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3
Venire al mondo e dare alla luce. Percorsi di vita attraverso la nascita
  • Editore: Feltrinelli
  • Autore: Verena Schmid
  • Collana: Universale economica. Saggi
  • Formato: Libro in brossura
  • Anno: 2014

Articoli correlati