Lochia: Informazioni sulla durata, il decorso e la stasi della lochia

Anche dopo il parto, il corpo femminile è esposto a grandi cambiamenti. Durante il periodo post-partum, l’organismo può riprendersi dallo stress e dalle tensioni. Allo stesso tempo, avviene l’involuzione, durante la quale l’utero si contrae …

Lochia: Informazioni sulla durata, il decorso e la stasi della lochia

wochenfluss
  1. Rivista
  2. »
  3. Gravidanza
  4. »
  5. Dopo la gravidanza
  6. »
  7. Lochia: Informazioni sulla durata, il decorso e la stasi della lochia
Che cos’è la lochia?

La lochia è una scarica che si verifica dopo la nascita di un bambino. Lo scopo è quello di espellere il sangue, il muco e altri residui della gravidanza. In questo modo, la zona della ferita può guarire gradualmente.

Quanto dura?

La durata della lochia può variare notevolmente da donna a donna. Di norma, però, non dura più di sei settimane. Dopo un parto cesareo, tuttavia, può durare un po’ di più. Durante le diverse fasi, la quantità e il colore del flusso mestruale cambiano costantemente.

Quali sono i sintomi per cui dovrei consultare un medico?

In linea di massima, la lochia è un fenomeno del tutto naturale e normale. Tuttavia, se non riesce a defluire, può causare una congestione. I sintomi più comuni sono febbre, mal di testa, brividi e spossatezza. Inoltre, la lochia può avere un odore sgradevole.

Anche dopo il parto, il corpo femminile è esposto a grandi cambiamenti. Durante il periodo post-partum, l’organismo può riprendersi dallo stress e dalle tensioni. Allo stesso tempo, avviene l’involuzione, durante la quale l’utero si contrae per tornare alle sue dimensioni originali. Il flusso post-partum svolge un ruolo particolarmente importante nella guarigione delle ferite.

In questo articolo spieghiamo cos’è la lochia, quanto dura e come possono verificarsi le complicazioni. Inoltre, vi daremo dei consigli su ciò che dovreste tenere a mente riguardo al flusso post-partum.
[button]Acquista online gli assorbenti post-parto a basso costo[/button]

1. Durante la lochia vengono espulsi muco, residui di sangue e il rivestimento dell’utero.

Il diabete gestazionale aumenta il rischio di depressione

In un metastudio, i ricercatori hanno scoperto che fino al 15% di tutte le neomamme sviluppa una depressione post-partum dopo il parto. Questo rischio aumenta significativamente nelle donne che hanno sofferto di diabete gestazionale.

Dopo la nascita, il bambino entra in travaglio e la placenta si stacca dall’utero. Questo crea una ferita che deve guarire gradualmente. Inoltre, il rivestimento dell’utero, i residui di sangue, il formaggio e altri resti della gravidanza devono essere eliminati dall’organismo.

Ecco perché la lochia (in greco lochios: appartenente alla nascita) si verifica nelle prime settimane dopo il parto. Espellendo i resti e rimuovendo i batteri, l’utero può guarire.

La lochia inizia non solo dopo un parto naturale, ma anche dopo un parto cesareo. Questo perché una ferita rimane nell’utero indipendentemente dal tipo di parto. Nel caso del parto cesareo, tuttavia, la lochia spesso non è così pronunciata.

La guarigione e l’involuzione della ferita possono essere favorite dall’allattamento al seno del bambino. Infatti, le donne che allattano al seno di solito hanno una lochia più pronunciata all’inizio. Ciò è dovuto al maggior rilascio di ossitocina. Il fatto che il rivestimento uterino venga spinto fuori con più forza ha il vantaggio che l’utero può regredire più rapidamente.

Suggerimento: potete anche stimolare attivamente la lochia facendovi massaggiare l’addome dal vostro partner. Se avete domande in merito, potete sempre chiedere alla vostra ostetrica.

2. il flusso di solito dura dalle quattro alle sei settimane.

frauenbinden in verschiedenen grössen
Regolate sempre la dimensione dell’assorbente in base alla forza della vostra lochia
.

Non è possibile prevedere esattamente la durata del flusso. In linea di massima , la durata è di circa quattro-sei settimane. All’interno di questo periodo ci sono diverse fasi.

Neiprimi giorni dopo il parto, il flusso è particolarmente abbondante. Vengono scaricati fino a 100 ml al giorno. Ciò è dovuto principalmente al fatto che viene espulso molto sangue, oltre al rivestimento uterino, alla poltiglia di formaggio e ai residui della membrana dell’uovo. Il flusso postnatale ha quindi un colore rosso e la sua consistenza è liquida.

Dopo circa una settimana, il flusso cambia molto. Lo spessore diminuisce, la consistenza è molto sottile e il colore passa dal rosso al marrone. In questa seconda fase, il flusso è costituito principalmente da globuli bianchi, linfa e siero di sangue.

Man mano che la scarica progredisce, diventa sempre più debole. Ora viene espulso soprattutto tessuto morto liquefatto, per cui la scarica è gialla. Inoltre, non è più acquosa, ma piuttosto viscosa.

Dalla terza settimana in poi, le perdite sono molto deboli nella maggior parte delle donne. Le perdite assumono un colore biancastro e sono costituite principalmente dal liquido della ferita.

3. consultare un medico in caso di lochia.

junge frau mit fieber auf der couch
I sintomi della congestione lochiale compaiono di solito dal 3° al 7° giorno dopo la nascita.

Normalmente, il flusso lochiale si affievolisce costantemente fino a scomparire del tutto. Tuttavia, in alcuni casi possono verificarsi complicazioni tali da provocare l’arresto improvviso del flusso. Spesso la causa dell’impossibilità di drenare correttamente il flusso è un’ostruzione. Questa congestione lochiale può essere causata, ad esempio, da coaguli di sangue o da detriti della membrana dell’uovo.

I seguenti sintomi indicano un blocco del flusso post-partum:

  • febbre
  • brividi di freddo
  • mal di testa
  • Stanchezza
  • Stanchezza
  • Dolore e pressione nel basso ventre

Inoltre, se la lochia ha un odore insolitamente forte, può indicare un’infezione. L’odore normale della lochia, invece, è un po’ blando, ma non maleodorante.

Se notate uno o più di questi sintomi, dovete assolutamente rivolgervi al vostro ginecologo. Se non si interviene, la congestione lochiale può causare un’infiammazione dell’utero.

Il medico eseguirà un’ecografia per determinare la causa dei sintomi. Se l’utero è ancora troppo fluido, deve essere drenato con l’aiuto di un tubo. Si possono anche somministrare farmaci contraccettivi per far ripartire il flusso.

Attenzione: è necessario consultare un medico se il flusso aumenta di nuovo, se il colore torna ad essere rosso sangue o se si formano altri coaguli di sangue.

4. consigli e norme igieniche – il modo migliore per affrontare la lochia

paar kuschelt mit neugeborenem im bett
Godetevi al massimo il tempo in famiglia.

In passato si riteneva che il liquido post-partum contenesse un numero particolarmente elevato di agenti patogeni e fosse quindi altamente infettivo. Tuttavia, gli scienziati sono ora in grado di smentire questa credenza. In linea di principio, la lochia non è più patogena del normale sanguinamento mestruale.

Tuttavia, ci sono alcune cose da tenere a mente per quanto riguarda l’igiene. Di seguito abbiamo raccolto alcuni consigli pratici sull’argomento lochia:

  • Fare ameno degli assorbenti: Gli assorbenti sono una soluzione molto comoda durante le mestruazioni. Tuttavia, non bisogna mai usarli durante le mestruazioni. In questo modo i batteri non riescono a defluire e si sviluppa un’infezione. Utilizzate invece assorbenti o inserti speciali. Questi vengono forniti gratuitamente in ospedale. Gli assorbenti post-partum sono più grandi di quelli normali, in modo da assorbire più liquido.
  • Cambiate gli assorbenti regolarmente: Poiché nei primi giorni le perdite sono molto abbondanti, potrebbe essere necessario cambiare gli assorbenti ogni ora. In seguito, è sufficiente cambiare gli assorbenti ogni tre o quattro ore circa.
  • Aspettare un po’ prima di avere rapporti sessuali per la prima volta dopo il parto: la gravidanza e ilparto sono molto impegnativi per il corpo femminile. È quindi opportuno aspettare un po’ prima di fare sesso. Tuttavia, questo non significa che il sesso non sia consentito durante il periodo post-partum. Tuttavia, poiché il rischio di infezione è maggiore, è consigliabile usare il preservativo.
  • Evitare bagni prolungati: Poiché in passato si riteneva che il flusso post-partum fosse particolarmente infettivo, si consigliava alle donne di non fare il bagno in questo periodo. Nel frattempo, però, i medici concordano sul fatto che un breve bagno nel tardo postpartum non costituisce un problema.
  • Garantire unriposo sufficiente nel periodopostpartum: per favorire la guarigione dell’utero, nei primi giorni e nelle prime settimane dopo il parto è necessario concedersi il massimo riposo e relax possibile. Utilizzate il tempo del periodo postpartum per dedicarvi completamente al nuovo arrivato in famiglia.

5. ordinare online gli assorbenti post-partum

OffertaBestseller No. 1
Saugella Cotton Touch Assorbenti Esterni Post Parto Ad Azione Antiodore Con Timo E Calendula 10 Pezzi
  • Saugella Cotton Touch specifici per il post parto; racchiudono tutta l'esperienza Saugella per assicurare sicurezza, protezione e comfort nei giorni che seguono il parto
  • 100 percent cotone
  • Specifici per le abbondanti perdite nellâ€immediato post partum perché: super assorbenti, con nucleo centrale di cellulosa che offre elevata protezione contenendo al minimo lo spessore; lâ€attività antibatterica e antiodore del Thymus vulgaris microincapsulato dona protezione attiva dallâ€aumentato rischio infettivo legato al periodo
  • Nucleo centrale super assorbente e strato inferiore in materiale traspirante ed impermeabile
  • Alta morbidezza, flessibilità e traspirabilità per assicurare comfort in questo delicato periodo
OffertaBestseller No. 2
Lady Presteril, Assobenti Post Parto in 100% cotone sia dentro che fuori, 1 confezione da 20 unità
  • Gli assorbenti Post Parto sono pensati per garanitire una sicurezza, comodità e protezione extra che solo il cotone 100% dentro e fuori ti riesce a dare, mentre ti godi l'essere mamma
  • 100% cotone: realizzati in cotone sia dentro che fuori che li rende morbidi, comodi, traspiranti e ipoallergenici
  • Super assorbenti: contrastano le perdite, che possono essere molto abbondanti e garantiscono, grazie al cotone un elevato potere assorbente
  • A misura di mamma: questi assorbenti sono disegnati per il tuo corpo, la loro forma anatomica è pensata per non aderire alle eventuali ferite ed elastici laterali, assicurandoti comodità e praticità
OffertaBestseller No. 3
Lines Specialist Maternity, Mutandine Assorbenti Lines Maternity Post Parto, con Supporto Dell'Addome e Assorbenza Rapida per Perdite Post Parto, Taglia L, Confezione da 20 pezzi
  • PANTS MATERNITY: Mutandine assorbenti efficaci per le perdite post parto.
  • SOSTIENE L'ADDOME SENZA STRINGERE: I Pants Maternity sostengono con delicatezza l'addome, sono soffici come cotone e dal design femminile. Comodi e pratici, si tolgono facilmente dopo l'uso strappando la cucitura laterale
  • DERMATOLOGICAMENTE TESTATO: I Pants Maternity hanno un filtrante a contatto con la pelle dermatologicamente testato.
  • ASSORBE RAPIDAMENTE: Assorbe rapidamente tutti i tipi di perdite per farti sentire a tuo agio, con te e con gli altri.
  • RACCOMANDATO DALLE MAMME: Le Mamme che hanno provato i Pants Maternity nei giorni immediatamente successivi al parto li hanno ritenuti molto adatti alle perdite post parto.

Articoli correlati