Postumi: Tutto sulla durata e su come alleviare il dolore

Dopo il parto, il corpo femminile deve innanzitutto abituarsi al fatto che non c’è più un essere vivente di cui prendersi cura. L’utero guarisce lentamente e si contrae di nuovo. Durante questo processo, si possono …

Postumi: Tutto sulla durata e su come alleviare il dolore

nachwehen
  1. Rivista
  2. »
  3. Gravidanza
  4. »
  5. Durante la gravidanza
  6. »
  7. Postumi: Tutto sulla durata e su come alleviare il dolore
Perché si verificano le contrazioni post-partum?

Le contrazioni post-partum si verificano poche ore dopo il parto perché l’utero vuole tornare alla sua forma originale il più rapidamente possibile. Le contrazioni muscolari e la secrezione di secrezioni della ferita permettono all’utero di contrarsi nuovamente e di rigenerarsi.

Quanto dura il dolore?

La durata dei postumi può variare notevolmente da donna a donna. Tuttavia, di solito durano solo pochi giorni. La maggior parte delle neomamme è libera dal dolore al più tardi alla fine del periodo postpartum.

Come si può alleviare il dolore?

Il dolore può essere ridotto con il calore, alcune erbe, i rimedi omeopatici e andando regolarmente in bagno. Se queste misure non sono d’aiuto, è opportuno assumere degli antidolorifici.

Dopo il parto, il corpo femminile deve innanzitutto abituarsi al fatto che non c’è più un essere vivente di cui prendersi cura. L’utero guarisce lentamente e si contrae di nuovo. Durante questo processo, si possono verificare dei postumi, che possono essere molto dolorosi.

In questo articolo scoprirete quando si verificano le contrazioni, cosa si prova e quanto durano. Vi daremo anche dei consigli su cosa fare per alleviare il dolore.
[button]Ordina la tisana del mantello della donna direttamente online[/button]

1. le contrazioni post-partum sono causate da contrazioni muscolari

Contrazioni post-partum vs. contrazioni post-partum

Sebbene questi due termini siano spesso usati in modo intercambiabile, si tratta di due tipi diversi di contrazioni. Mentre le contrazioni post-partum aiutano a espellere la placenta, le contrazioni post-partum sono causate dalla regressione dell’utero.

Un parto naturale è un’esperienza incredibile e travolgente per le coppie. Tenere tra le braccia il proprio figlio per la prima volta risveglia sentimenti che donne e uomini non hanno mai provato in questa forma. Solo i dolori del puerperio possono offuscare un po’ questa felicità.

Il fatto che il corpo femminile sia una tale meraviglia è sempre sorprendente. Dopo che il bambino ha attraversato il canale del parto, pochi minuti dopo una contrazione post-parto per lo più indolore assicura l’espulsione della placenta.

Durante la gravidanza, l’utero della donna si dilata in modo che il bambino abbia spazio sufficiente per maturare e crescere. Quando il neonato lascia l’utero, quest’ultimo inizia a regredire poco tempo dopo.

Grazie al lavoro dei muscoli, l’utero ritrova la sua forma originale. L’area della ferita formata dal distacco della placenta diventa sempre più piccola, così che il sanguinamento durante il flusso mestruale diventa sempre meno. Tuttavia, le contrazioni causano dolori postumi, che possono variare di intensità.

Secondo i risultati del 14° Rapporto sulla Nutrizione della DGE, il 24% delle madri con problemi di allattamento al seno soffre di dolori postumi durante l’allattamento.

Ulteriori informazioni sul tema della regressione e dei postumi sono disponibili in questo video:

2. il postpartum può essere percepito come un dolore mestruale

frau liegt mit bauchschmerzen im bett
Per alcune donne, il dolore del dopo travaglio è così forte che riescono a malapena a muoversi.

Le contrazioni del dopo travaglio sono un segnale positivo che indica che il corpo sta facendo il lavoro che deve fare. Di solito iniziano poco dopo il parto e possono verificarsi sia in caso di parto vaginale che di parto cesareo.

Le madri che allattano al seno il proprio figlio devono affrontare i dolori post partum con particolare frequenza. Ciò è dovuto all’ormone ossitocina, che ne favorisce il rilascio. Il dolore si manifesta di solito durante o dopo l’allattamento.

La gravità delle contrazioni può variare notevolmente. Alcune donne non sentono nulla o solo una leggera trazione nel basso ventre mentre l’utero si ritira lentamente. Altre neomamme, invece, hanno un dolore così forte da aver bisogno di antidolorifici per alleviarlo.

Le donne che sono diventate madri per la prima volta hanno molte meno probabilità di soffrire di dolori postumi, perché l’utero non è ancora stato stirato così tanto. Più figli partorisce una donna, più è probabile che soffra di forti contrazioni postpartum.

3. la durata dei dolori post-parto è molto individuale.

mutter kuschelt mit ihrem neugeborenen im Bett
Al più tardi alla fine del periodo postpartum, la maggior parte delle madri è libera dal dolore e può godersi il tempo con il proprio bambino.

L’utero ha bisogno di qualche giorno per tornare alle sue dimensioni originali. Dopo circa due settimane, è di nuovo così piccolo che non si sente più dall’esterno. Di solito i dolori post parto si manifestano solo nei primi due o tre giorni dopo il parto.

Per alcune donne, tuttavia, il dolore dura fino a otto settimane. Questo è anche il momento in cui termina il puerperio.

In alcuni casi, il puerperio può anche portare a complicazioni come la congestione puerperale. I sintomi più comuni sono febbre, dolori all’addome, tensione e mal di testa o addirittura emicrania. In questo caso, è particolarmente importante iniziare presto la ginnastica postnatale.

Attenzione: in caso di dolori prolungati all’addome o alla schiena, è sempre bene consultare il ginecologo per scoprirne la causa.

4. gli antidolorifici possono essere utili in caso di dolore intenso

frau mit waermflasche auf dem bauch
Una borsa dell’acqua calda può essere molto utile dopo le contrazioni
.

Se soffrite molto di postumi, ci sono diversi modi per alleviare un po’ il dolore.
Di seguito vi diamo alcuni consigli su come affrontare al meglio le contrazioni post parto.

  • Calore: molte ostetriche consigliano alle neomamme di trattare le contrazioni con il calore. Se necessario, mettete una borsa dell’acqua calda o un cuscino di noccioli di ciliegia sulla pancia o sulla schiena. Il calore fa sì che i muscoli si rilassino in modo delicato. Anche una doccia calda può dare sollievo. Tuttavia, è importante evitare bagni completi durante il periodo post-partum per evitare infezioni.
  • : oggi sono disponibili innumerevoli miscele di tè per il dopo parto. Sono particolarmente indicate le seguenti erbe: cumino, anice, finocchio, maggiorana e foglie di lampone. Anche l’infuso di manto femminile è molto apprezzato.
  • Respirare le contrazioni: la maggior parte delle madri è molto brava a respirare le contrazioni perché si è preparata alla gravidanza. È possibile utilizzare questa respirazione controllata anche dopo le contrazioni, per renderle più facili da sopportare. Appena arriva la contrazione, inspirate profondamente ed espirate lentamente.
  • Andareregolarmente in bagno: la vescica piena può aumentare l’intensità delle contrazioni. Pertanto, assicuratevi di andare in bagno regolarmente, almeno ogni due o tre ore.
  • Posizione prona: per favorire attivamente l’involuzione dell’utero, potete anche sdraiarvi a pancia in giù per circa 20-30 minuti al giorno. Questo stimolerà il flusso e accelererà la guarigione e l’involuzione.
  • Rimedi omeopatici: nel campo dell’omeopatia esistono diversi rimedi e misure per alleviare i dolori post-parto e favorire la lochia. Una possibilità è quella di assumere dei globuli. Anche l’arnica può essere utile per accelerare il processo di guarigione.

Se le contrazioni sono così forti che le misure di cui sopra non danno alcun sollievo, non bisogna esitare a prendere i farmaci appropriati.

È possibile assumere antidolorifici anche se si sta allattando il bambino. Tuttavia, non è consigliabile assumerli da sole. In questo caso, parlate con il vostro ginecologo per sapere quali farmaci potete assumere senza esitazione.

5. alleviare i sintomi con l’infuso di manto femminile

Bestseller No. 1
Lady's Mantle Tea - Alchemilla vulgaris essiccato, tagliato erba - Fine Gourmet Grade, All Natural Quality Lady Mantle - Peso netto: 100 g
  • Lady Mantle Tea - Essiccato, Tagliato Alchemilla vulgaris Herb
  • Spesso chiamato Alchemilla, altri nomi includono Nine Hooks, Bear's Foot, o Leon's Foot.
  • Qualità gourmet, qualità naturale. Peso netto: 100 g
  • Guida alla birra per un sapore aromatico: 1-2 cucchiaini di tè per tazza di acqua bollente. In infusione per 5 minuti.
  • Sacchetto ermetico e richiudibile con cerniera per preservare il sapore e proteggere dall'ossidazione
Bestseller No. 2
Indigo Herbs Tè de Alchemilla 50g - Lady's Mantle
  • Lunga storia di uso tradizionale
  • Sapore di tè verde - leggermente amaro, addolcisci con il tuo dolcificante naturale preferito
  • Custodia richiudibile in alluminio ermetico per garantire la massima freschezza
  • Ingredienti botanici puri al 100%, assolutamente nulla aggiunto
Bestseller No. 3
Erba Stella/Alchemilla Vulgaris L/Lady's Mantle Herb # Herba Organica # Ventaglina Comune, Alchemilla (100g)
  • Prodotto naturale al 100% senza additivi
  • La più alta qualità - Herba Organica
  • La migliore selezione di erbe confezionate a mano
  • Raccolto dallo stato selvaggio

Articoli correlati