Educazione estetica: Obiettivi dell’educazione estetica

In molti luoghi, il sistema educativo tedesco è caratterizzato dal fatto che gli insegnanti e gli educatori sono responsabili di gran parte del trasferimento di conoscenze. L’educazione estetica tenta un approccio diverso a questo punto. …

Educazione estetica: Obiettivi dell’educazione estetica

ästhetische Bildung
  1. Rivista
  2. »
  3. I bambini
  4. »
  5. Assistenza all'infanzia
  6. »
  7. Concetti pedagogici
  8. »
  9. Educazione estetica: Obiettivi dell’educazione estetica
Che cos’è l’educazione estetica?

L’educazione estetica mette in primo piano le aree dell’immaginazione e della creatività.

Dove e quando entra in gioco l’educazione estetica?

In molti casi, l’educazione estetica viene utilizzata anche nel contesto dei deficit di apprendimento, per sostenere in modo specifico i bambini.

Come si presenta l’educazione estetica nella pratica?

L’educazione estetica copre molti ambiti. Il ritmo e la danza ne fanno parte così come l’allenamento della percezione del proprio corpo.

In molti luoghi, il sistema educativo tedesco è caratterizzato dal fatto che gli insegnanti e gli educatori sono responsabili di gran parte del trasferimento di conoscenze.

L’educazione estetica tenta un approccio diverso a questo punto. L’educazione estetica non si concentra tanto sugli obiettivi di apprendimento classici quanto sulla percezione.

Nel nostro articolo vi mostriamo quali obiettivi persegue l’educazione estetica e quali offerte sono disponibili nella scuola materna.

[button]Ulteriore letteratura sull’approccio educativo[/button]

1. l’educazione estetica non è solo arte

Kind liegt im Wald auf dem Boden und beobachtet einen Schmetterling
C’è molto da scoprire nella natura.

L’educazione estetica mira a consentire ai bambini di fare molte esperienze diverse in modo che imparino da esse. Si presta particolare attenzione ai diversi sensi.
L’educazione estetica nella scuola dell’infanzia non prevede la semplice trasmissione di nozioni sotto forma di apprendimento routinario.
L’obiettivo principale è invece quello di promuovere la creatività.

Anche se la musica e l’arte svolgono un ruolo importante nell’educazione estetica nella scuola dell’infanzia, l’acquisizione del linguaggio e il miglioramento delle capacità motorie non vengono trascurati.

A seconda del progetto, i diversi sensi sono al centro dell’attenzione. L’interazione e la comunicazione reciproca sono sempre particolarmente importanti.

L’educazione estetica si basa sull’idea che le esperienze sensoriali sono ciò che rende possibile l’educazione in primo luogo. Per saperne di più sul background culturale-filosofico, si può leggere qui.

L’obiettivo dell’educazione estetica è migliorare la percezione del mondo.

Kinderhand auf einem Baumstamm
Ogni senso è importante.

I bambini dovrebbero imparare a fidarsi delle proprie percezioni fin da piccoli. Di conseguenza, applicando il concetto di educazione estetica, gli educatori promuovono la capacità di comprendere il mondo.

I bambini non sono affatto soli in questo, ma hanno l’opportunità di provare molte cose da soli. Gli esperimenti e la scoperta delle connessioni sono una parte importante dell’educazione estetica.

Ogni bambino dovrebbe sempre avere l’opportunità di plasmare attivamente il proprio sviluppo. Gli viene permesso di perseguire le proprie idee per raccogliere le proprie impressioni sensoriali. In seguito, però, si procede sempre a un’analisi congiunta di ciò che si è sperimentato.
In questo modo i bambini hanno l’opportunità di scambiare idee con altri bambini e di affinare i loro sensi in modo diverso.

3 Esempi pratici di educazione estetica

Nelle sezioni seguenti vorremmo fornire alcuni esempi di come l’educazione estetica potrebbe svolgersi nella pratica.

Un primo breve esempio del processo generale di una visita al bosco può essere visto in questo breve video di YouTube:

3.1 Musica e ritmo: come i piccoli imparano a sentire la musica

Kinder musizieren
La musica contribuisce a creare una connessione più profonda.

Cantare insieme insegna ai bambini ad ascoltare, a usare la voce e a regolare l’intonazione. Migliorano anche la regolazione del volume e il senso del ritmo.

Tuttavia, i bambini non devono solo scoprire le cose insieme, ma anche scoprirle da soli. Di conseguenza, i bambini possono scegliere regolarmente strumenti adatti ai bambini e cercare di ricavarne dei suoni.

Se questo non funziona al primo colpo, il lavoro di gruppo può aiutare i bambini a fare nuove esperienze. In questo modo si realizza uno scambio di cui beneficiano tutti i bambini.

Suggerimento: i bambini possono sperimentare l’influenza del suono anche con piccoli esperimenti, facendo vibrare i bordi dei bicchieri o facendo vibrare il pavimento con un basso intenso.

3.2 Combinare arte e coordinazione

Kind macht eine Tasse
L’arte promuove la creatività.

Il disegno artistico e la motricità fine sono indissolubilmente legati. Il termine arte è definito in modo molto ampio e mira a dare ai bambini libertà creativa.

Ad esempio, i bambini possono dipingere con le mani per avere un contatto diretto con i colori. Con il modellismo le cose si fanno un po’ meno caotiche, ma c’è ancora molta libertà creativa.
Non appena i bambini non sono più al livello elementare e frequentano la scuola primaria, il lavoro con l’argilla o la creta da modellare può essere utilizzato anche come parte dell’educazione estetica degli esseri umani. A seconda delle loro capacità, i bambini possono già creare vere e proprie opere d’arte.

Tuttavia, i bambini possono anche lasciare semplici tracce sulla neve. Possono dipingere con il muschio o la terra su un foglio di carta e toccare le foglie trovate nella foresta. Tutto questo rientra nell’ambito artistico, ma rafforza molte altre competenze in termini di scoperta di sé.

3.3 Capacità motorie lorde: migliorare la percezione del corpo

Educazione estetica significa molto di più della creazione artistica. I bambini devono avere la possibilità di fare esperienze con tutti i loro sensi.

Mädchen balanciert mit nackten Füßen über einen dünnen Baumstamm
Molte esperienze non si limitano a un solo senso.

Le capacità coordinative sono una di queste. Su un disco di equilibrio, ad esempio, il compito è quello di mantenere l’equilibrio. Lo stesso vale per il tronco di un albero, che i bambini possono usare quando camminano nella foresta.

A questo punto, i bambini possono combinare diverse impressioni sensoriali contemporaneamente. Possono

  • sentire l’odore del legno
  • sentire il tronco dell’albero
  • stare in equilibrio su di esso

In questo modo si possono fare confronti con l’ambiente. Dove il bilanciamento funziona meglio? Quale legno si sente liscio o ruvido e quali odori diversi si percepiscono?

Lo stesso vale per le pietre o altri oggetti. Qui, ad esempio, ci si chiede perché alcune pietre volino meglio. C’è un peso giusto da lanciare? Dove la precisione è particolarmente elevata? E quali pietre sono particolarmente adatte per farle volare sull’acqua?

Con tutte queste esperienze nella natura, i bambini possono muoversi molto e raccogliere numerose impressioni sensoriali. In questo modo, le capacità motorie vengono migliorate in modo giocoso e del tutto incidentale.

4. acquistare la guida all’educazione estetica

Bestseller No. 1
Educazione estetica
  • F. Schiller (Author)
Bestseller No. 3
L'educazione estetica dell'uomo
  • Schiller, Friedrich (Author)

Articoli correlati