Site icon Centro Diurno

Kita: qui troverete tutte le informazioni, le differenze e le note sull’asilo nido.

Kita-Ratgeber
Per quanto tempo i bambini vengono seguiti nel centro diurno?

A differenza di altre strutture per l’infanzia, in un asilo nido i bambini vengono seguiti dalle prime ore del mattino fino al tardo pomeriggio.

Quanto è alta la retta di Kita?

Le tariffe per un posto Kita non sono regolamentate in modo uniforme in tutta la Germania. Mentre in alcune città o stati federali l’assistenza è gratuita, in altri luoghi si pagano fino a 4.000 euro all’anno.

Esiste un diritto legale a un posto?

In Germania, i genitori hanno diritto a un posto di assistenza all’infanzia dal 1° agosto 2013, quando il bambino ha compiuto un anno di età.

Le prime settimane e i primi mesi dopo la nascita di un bambino sono incredibilmente emozionanti e nuovi, quindi molti genitori mettono in secondo piano le questioni organizzative per il momento. Anche questo è positivo e importante per abituarsi alla nuova situazione.

Tuttavia, dovreste assolutamente pensare di iscrivere il vostro bambino a un asilo nido o a una scuola materna vicino a voi il prima possibile. In Germania, infatti, questi asili sono molto richiesti e non sempre facili da ottenere. Ma cos’è esattamente un asilo nido e quando devo iscrivere mio figlio? Quali costi devo sostenere? Posso fare causa per ottenere un posto in un asilo nido?

La nostra guida risponde a tutte le vostre domande sugli asili nido. Vi forniamo una panoramica dei diversi tipi di asilo nido e di quando è opportuno iscriversi. Inoltre, scoprirete come sono strutturati i portali degli asili nido e se un posto all’asilo nido è opponibile. Vi informiamo anche su quanto costa un posto Kita e su come potete richiedere un buono Kita.

[button]Preparare i piccoli all’asilo nido[/button]

1. il centro diurno come forma di assistenza all’infanzia

In una Kita, i vostri figli sono accuditi tutto il giorno.

Il termine centro diurno (Kita) è un termine collettivo sotto il quale si riassumono varie forme di assistenza all’infanzia. A seconda dello Stato federale e della regione, un centro diurno può essere un asilo nido, una scuola materna o un asilo nido.

In generale, tuttavia, esistono alcune differenze tra questi istituti di assistenza all’infanzia. Di seguito le illustreremo brevemente:

Denominazione Spiegazione
Asilo nido L’asilo nido è un’istituzione in cui vengono accolti bambini piccoli fino a tre anni; negli asili nido lavorano educatrici, infermiere e puericultrici; spesso gli asili nido sono integrati nei centri diurni.
Asilo nido Gli asili nido si occupano di bambini di età compresa tra i tre e i sette anni; negli asili nido i bambini vengono spesso accuditi al mattino e, se necessario, al pomeriggio; nel caso di mattinate prolungate, i genitori possono ritirare i propri figli dopo pranzo.
Centro diurno A differenza degli asili nido, i centri diurni offrono un’assistenza per tutto il giorno; i bambini sono quindi seguiti da personale qualificato dalle prime ore del mattino fino al tardo pomeriggio.
Asilo nido Un asilo nido è noto anche come scuola materna; i bambini di età compresa tra i sette e i dodici anni vengono seguiti dopo la scuola primaria; in un asilo nido i bambini possono pranzare, fare i compiti e giocare con i loro coetanei.

È interessante notare che il numero di diversi tipi di servizi per l’infanzia varia notevolmente a seconda della zona. Mentre nella Germania orientale ci sono soprattutto asili nido, nella parte occidentale del Paese si trovano spesso anche asili con assistenza part-time.

Se, ad esempio, lavorate solo la mattina e volete avere il vostro bambino a casa con voi nel pomeriggio, potete anche andare a prenderlo prima o dopo pranzo. La maggior parte degli asili nido offre a questo scopo posti di mezza giornata.

2. tariffe per un asilo nido

Kita sono costituiti dal costo dell’assistenza e dei pasti.

Se si desidera che il proprio figlio sia accudito in una Kita durante il giorno, nella maggior parte delle regioni si deve pagare una retta. Tuttavia, le rette delle Kita non sono regolamentate in modo uniforme in Germania. L’importo delle rette dipende quindi dallo Stato federale e dal Comune o dall’ente erogatore. Poiché le differenze sono enormi, purtroppo non siamo in grado di fornire informazioni standardizzate.

Ingenerale, i contributi dei genitori alla Kita consistono in costi di assistenza all’infanzia e costi di ristorazione. Le spese di ristorazione sono principalmente quelle per il pranzo. Inoltre, a seconda del centro diurno, ai genitori può essere richiesto il pagamento di oggetti e materiali artigianali.

2.1 L’ammontare dei contributi dei genitori

L’importo della retta Kita aumenta quanto più alto è il reddito dei genitori.

Mentre in alcuni luoghi l’assistenza è gratuita, in alcune strutture si pagano fino a 4000 euro all’anno. Con un reddito medio, i genitori pagano in media circa 1000 euro per ogni bambino assistito. Se si hanno due bambini assistiti contemporaneamente, il costo medio è di circa 1150 euro. Negli asili privati, i costi per l’assistenza sono di solito ancora più alti.

Prima di iscrivere il bambino all’asilo di vostra scelta, dovreste informarvi sull’ammontare della retta. Nella maggior parte dei casi, la retta dell’asilo dipende dallo stipendio dei genitori. Più si guadagna, più si deve pagare per l’assistenza di tutto il giorno per i propri figli.

L’ importo del contributo dei genitori per un asilo nido dipende dai seguenti fattori:

Suggerimento: se la Kita è costosa, non significa che sia anche di qualità superiore!

Negli Stati federali dell’Assia, della Renania Settentrionale-Vestfalia e della Bassa Sassonia, l’assistenza all’infanzia è ora gratuita nell’ultimo anno prima dell’inizio della scuola. In Renania-Palatinato, non è più necessario pagare la retta Kita una volta che il bambino ha raggiunto l’età di due anni. Anche a Berlino non ci sono più tasse parentali per gli ultimi tre anni. Tra le altre città, Amburgo, Düsseldorf e Coblenza hanno addirittura abolito del tutto le rette. Ciò significa che l’assistenza in un asilo nido è gratuita per tutto il tempo.

Minden, ad esempio, è una delle regioni tedesche in cui le rette degli asili nido sono relativamente molto alte. Lì, il contributo dei genitori per l’asilo è di circa 3900 euro all’anno se i genitori guadagnano bene.

Alcune città e comuni offrono un calcolatore delle rette Kita sul loro sito web. Lì è possibile calcolare la retta Kita individuale con l’aiuto di alcune informazioni. Queste includono principalmente il reddito, la durata dell’assistenza e il numero di bambini. Dopo aver inserito i dati, vi verrà mostrata la retta mensile media. Tuttavia, questo importo non è assolutamente vincolante, ma dovrebbe servire solo come guida.

2.2 Richiesta di un voucher per l’asilo nido

È necessario presentare la domanda di copertura dei costi all’Ufficio assistenza giovani.

A causa del fatto che i costi per un posto Kita sono a volte così elevati, i genitori con un reddito basso difficilmente possono permettersi l’assistenza all’infanzia. Se ritenete che i costi dell’asilo siano troppo elevati rispetto al vostro reddito, potete segnalarlo all’Ufficio per il benessere dei giovani. L’Ufficio per l’assistenza ai giovani esaminerà il vostro caso. Se risulta che l’onere finanziario per il posto Kita è troppo elevato, è possibile richiedere una riduzione.

Potete quindi richiedere il trasferimento dei costi Kita presso l’Ufficio per l’assistenza ai giovani competente per il vostro luogo di residenza. La domanda per il buono Kita deve essere presentata in ogni caso per iscritto. Il modulo può essere compilato online sulla homepage dell’Ufficio per l’assistenza ai giovani o stampato.
Sono necessari i seguenti documenti:

Una volta presentati i documenti richiesti, l’Ufficio per l’assistenza ai giovani effettuerà una valutazione dei bisogni. L’entità dell’esonero dalla retta dell’asilo dipende in ultima analisi dall’ammontare complessivo dei fondi a disposizione. Mentre in alcuni casi i costi sono coperti solo parzialmente, in altri casi è possibile una copertura completa.

Trovare un asilo nido adatto

Informatevi in anticipo sui rispettivi asili nido!

Sembra assurdo, ma purtroppo è la realtà: Dopo la nascita di vostro figlio, dovrete cercare un asilo nido il prima possibile. Poiché i posti sono molto richiesti in tutto il Paese, è essenziale iscriversi in anticipo. Infatti, prima si iscrive il bambino, maggiori sono le probabilità di ottenere uno dei posti gratuiti.

Soprattutto se volete un posto per il vostro bambino prima dei tre anni, dovreste iscrivervi anche durante la gravidanza. Anche se la scadenza per l’iscrizione nella maggior parte delle aree è solo circa sei mesi prima dell’inizio desiderato dell’assistenza, le possibilità sono molto più alte se ci si iscrive molto presto.

Oltre agli asili nido, esistono naturalmente molte altre forme di assistenza che i genitori possono sfruttare per i loro figli. Un’opzione spesso utilizzata è l’assistente all’infanzia. Questa opzione è particolarmente utile se è necessario accudire più bambini. Una buona piattaforma per la ricerca di servizi di assistenza all’infanzia è betreut.de. Qui si può specificare se si preferisce utilizzare una baby-sitter, una nonna a noleggio o magari anche una ragazza alla pari. Dopo una breve registrazione gratuita, vi verranno mostrati tutti gli assistenti all’infanzia disponibili.

Se decidete per una Kita, dovete innanzitutto iniziare a cercare una struttura adatta. Prima di iscrivervi a un asilo nido, dovete decidere in quale asilo nido volete che il vostro bambino sia accudito. Potete scegliere tra asili comunali o privati. È meglio informarsi sulle diverse strutture online. Per farsi un’idea più precisa, si può anche visitare l’asilo nido durante una giornata di porte aperte.

Inoltre, si può decidere se utilizzare l’asilo nido più vicino possibile a casa propria. Questo ha il vantaggio che la distanza per voi e per il bambino non è eccessiva. Inoltre, molti bambini del vicinato frequenteranno l’asilo, per cui sarà più facile per il bambino ambientarsi.

D’altra parte, potete anche scegliere un asilo nido che si trova sulla strada per il vostro lavoro. Il vantaggio è che potete accompagnare il vostro bambino al lavoro ogni giorno.

3.1 Portali di asili nido

È possibile trovare posti di assistenza all’infanzia anche tramite i portali Kita.

La ricerca di un Kita adatto è molto difficile, soprattutto nelle grandi città. La maggior parte dei genitori perde rapidamente di vista la propria posizione. Per questo motivo , molti Stati federali, città e comuni mettono a disposizione portali Kita per aiutare i genitori a trovare un Kita adatto. Su questi portali, i genitori possono restringere la ricerca in base a molti criteri diversi.

Questi includono, tra gli altri:

Dopo aver inserito o selezionato i criteri di ricerca, vengono visualizzati tutti gli asili nido che corrispondono ai criteri desiderati. Selezionando una struttura, vi verranno mostrati ulteriori dettagli e, in molti casi, una panoramica sull’occupazione. È quindi possibile registrarsi direttamente tramite il portale o essere inseriti nella lista d’attesa.

3.2 Registrazione presso l’Ufficio per l’assistenza ai giovani

Il modulo di registrazione può essere richiesto all’ufficio di assistenza ai giovani competente.

Soprattutto nelle piccole città o nei villaggi, i genitori desiderano iscrivere i propri figli direttamente al centro diurno locale. Il modulo di iscrizione può essere richiesto all’ufficio di assistenza ai giovani. Su questo modulo è possibile indicare il centro diurno preferito. Tuttavia, è necessario indicare altre strutture che possono essere prese in considerazione se non ci sono più posti disponibili presso l’asilo desiderato.

Iposti vengono poi assegnati a livello centrale. A seconda del numero di posti disponibili, si può essere inseriti in una lista d’attesa. Il Comune può assegnarvi un posto in tutti gli asili nido che non distano più di mezz’ora da casa vostra.

Se invece volete iscrivere il vostro bambino a un asilo nido privato, potete farlo direttamente con la direzione dell’asilo. Anche in questo caso è bene cercare un posto il prima possibile, perché le liste d’attesa sono a volte molto lunghe.

Se vi è stato assegnato un posto, in alcuni posti si terrà un colloquio preliminare. A questo colloquio dovrete portare il libretto giallo del bambino e il libretto delle vaccinazioni. Finora, un asilo nido non può rifiutare un bambino a causa di vaccinazioni mancanti. Tuttavia, in futuro le cose potrebbero cambiare.

Se cambiate casa, la ricerca di un asilo nido sarà ancora più difficile, perché avrete molto meno tempo a disposizione. Inoltre, in caso di trasloco, non esistono norme particolari per quanto riguarda il posto all’asilo. In questo caso, è meglio informarsi presso l’Ufficio per l’assistenza ai giovani. Il personale sarà in grado di darvi consigli sui posti all’asilo in caso di trasloco. Se il trasloco avviene solo all’interno della città, di solito il bambino può rimanere nel vecchio asilo.

3.3 La fase di ambientamento

I bambini devono prima abituarsi alla nuova situazione.

Quando il bambino inizia l’asilo nido, all’inizio tutto è nuovo e sconosciuto. Pertanto, è importante abituare il bambino all’asilo nido in modo lento e graduale.

Per i bambini di età inferiore ai tre anni, il processo di ambientamento si basa solitamente sul Modello di Berlino. Ciò significa che all’inizio un genitore trascorre un po’ di tempo al nido con il bambino. Nei giorni successivi, la madre o il padre si allontanano di tanto in tanto dal bambino. La rapidità con cui il bambino si abitua all’assistenza varia notevolmente.

Suggerimento: concedete al bambino tutto il tempo di cui ha bisogno.

Nella maggior parte dei casi, i bambini di età superiore ai tre anni si adattano più velocemente e più facilmente al nuovo ambiente. Tuttavia, assicuratevi che il bambino si senta a suo agio e al sicuro.

4. diritto legale a un posto all’asilo

I genitori hanno diritto a un posto Kita!

Qualche anno fa, c’erano sempre iniziative dei genitori perché i loro figli non ottenevano un posto in una Kita. In particolare, i genitori che lavorano avevano enormi problemi a far sì che i loro figli venissero seguiti in questo periodo.

Per questo motivo, il governo federale ha promulgato una legge sulla promozione dell’infanzia e una legge sull’espansione degli asili nido.

Con la cosiddetta legge sugli asili nido, i genitori hanno diritto a un asilo nido dal 2013, quando il loro bambino ha raggiunto l’età di un anno.

I piani di espansione degli asili nido non sono realistici

La Germania ha ancora bisogno di più posti di assistenza all’infanzia di quanti ne siano stati creati finora. Secondo l’Istituto dell’economia tedesca di Colonia, nel 2017 c’era ancora una carenza di circa 300.000 posti per bambini sotto i tre anni in tutta la Germania.

La base giuridica per l’espansione dell’assistenza all’infanzia prevede inoltre che le strutture vengano ampliate in tutti gli Stati federali.

In questo modo è possibile soddisfare l’aumento della domanda. Di fatto, però, ancora oggi i posti Kita scarseggiano in molte città.

I genitori hanno diritto a un posto del genere, ma purtroppo nella realtà non esiste.

Cosa fare allora se non si riesce a trovare un posto in un asilo nido?

4.1 Richiedere un posto in un asilo nido

Vale la pena fare causa per un posto Kita
.

In ultima analisi, il Comune di appartenenza è responsabile di garantire un posto in un asilo nido per ogni bambino a partire dall’età di un anno. Tuttavia, poiché i posti sono ancora troppo pochi, molti genitori fanno causa per ottenere un posto per il proprio figlio.

Igenitori possono presentare un’azione di adempimento contro il Comune presso il tribunale amministrativo. Il problema è che questa azione non è in grado di trovare un posto in tempi brevi, per cui i genitori sono costretti a trovare una soluzione alternativa.

Tuttavia, con un reclamo è possibile ottenere quanto segue:

4.2 Posti di assistenza diurna per i rifugiati

Anche i rifugiati hanno diritto a un posto Kita.

Ibambini rifugiati ammessi in Germania hanno il diritto legale a un posto in un asilo nido, proprio come i bambini tedeschi. Non appena i rifugiati sono stati assegnati a un comune, possono iscrivere i loro figli a un Kita.

A causa dell’ondata di rifugiati, il governo federale ha persino disposto che, in casi eccezionali, circa il 5% in più di bambini venga ammesso in ogni Kita. Tuttavia, questo significa anche che il personale deve essere aumentato il più rapidamente possibile, cosa che purtroppo non è avvenuta finora.

Anche se questa circostanza peggiora ulteriormente la situazione della mancanza di posti, è importante ricordare che il gioco con i bambini stranieri favorisce lo scambio culturale ed è quindi associato a un numero enorme di benefici.

5 Preparare i piccoli alla frequenza dell’asilo nido

Exit mobile version