Bullismo nella scuola dell’infanzia: come riconoscere il bullismo tra i bambini

Il fatto che il bullismo abbia luogo sul posto di lavoro e a scuola è purtroppo diventato la norma. Ora, però, sempre più genitori si lamentano del fatto che il bullismo inizia all’asilo. È davvero …

Bullismo nella scuola dell’infanzia: come riconoscere il bullismo tra i bambini

Mobbing im Kindergarten
  1. Rivista
  2. »
  3. I bambini
  4. »
  5. Bullismo nella scuola dell’infanzia: come riconoscere il bullismo tra i bambini
Esiste il bullismo nella scuola dell’infanzia?

I bambini possono fare i bulli solo quando pianificano sistematicamente le loro azioni. Questa capacità si sviluppa solo intorno ai 6 anni.

Come si riconosce il bullismo all’asilo?

Non tutti i conflitti che si verificano all’asilo possono essere immediatamente definiti bullismo. Tuttavia, se alcuni bambini vengono regolarmente e sistematicamente presi in giro da altri bambini, sia i genitori che gli educatori dovrebbero intervenire.

Come si possono proteggere i bambini dal bullismo?

Per proteggere i bambini dal bullismo, è importante affrontare apertamente i conflitti e i problemi.

Il fatto che il bullismo abbia luogo sul posto di lavoro e a scuola è purtroppo diventato la norma. Ora, però, sempre più genitori si lamentano del fatto che il bullismo inizia all’asilo. È davvero possibile? Quali sono i segnali del bullismo all’asilo?

Nella nostra guida troverete informazioni sulla misura in cui il bullismo si verifica già nei bambini della scuola materna. Vi spieghiamo come riconoscere il bullismo e vi diamo consigli su cosa potete fare voi genitori per contrastarlo.

[button]Ulteriore letteratura sull’argomento[/button]

1. Il “vero” bullismo inizia solo a scuola

Kind wird in Schule gemobbt
Il bullismo a scuola è diventato un grosso problema.

Il termine mobbing risale alla seconda metà del XX secolo e deriva dal verbo inglese “to mob”, che significa tormentare o molestare. In questo Paese, si parla di mobbing quando le persone fanno intenzionalmente e sistematicamente del male ad altre persone fisicamente e/o emotivamente.

Sebbene in passato ci fossero ovviamente le prese in giro a scuola, oggi il bullismo ha assunto proporzioni molto più ampie.

Poiché i bambini iniziano a pianificare sistematicamente le loro azioni solo intorno ai 6 anni, è solo a partire da questo momento che si può parlare di “vero bullismo”. Ciò significa che i bambini iniziano a infastidire ed escludere deliberatamente gli altri compagni di classe solo durante gli anni della scuola primaria.

Tuttavia, va detto che già all’asilo ci sono bambini che mostrano un marcato comportamento da leader. Gli altri bambini corrono dietro a questo leader e copiano con noncuranza il suo comportamento. È così che gli altri bambini vengono attaccati ed esclusi dal gruppo.

2. interpretare correttamente i segnali di bullismo

Kind umarmt Bär und ist traurig
Le vittime del bullismo sono spesso tristi e si ritirano
.

Tuttavia, a questo punto si può affermare che le caratteristiche di base del bullismo successivo si formano già all’età della scuola materna. A questa età, infatti, i bambini cercano sempre più di affermare i propri interessi. Se il bambino è molto assertivo per il suo carattere, può arrivare rapidamente a prendere il potere sugli altri.

Tuttavia, affermare che un bambino è immediatamente vittima di bullismo se viene colpito o deriso da altri nella sabbiera è spesso una reazione esagerata a situazioni quotidiane ordinarie. È del tutto normale che tra i bambini ci siano conflitti che devono essere risolti. Anche questo è un passo importante nel processo di sviluppo dei bambini.

Tuttavia, se queste azioni si verificano regolarmente per un periodo di tempo prolungato, sia gli educatori che i genitori dovrebbero prestare maggiore attenzione.

Cyber-bullismo

Una variante moderna del bullismo è il cosiddetto cyber-bullismo. In questo caso, ad esempio, i compagni di classe vengono insultati ed esposti tramite internet o telefono cellulare. Nello studio JIM 2018 della Medienpädagogischer Forschungsverband Südwest (Associazione di ricerca sull’educazione ai media del sud-ovest), l’11% dei ragazzi e delle ragazze dichiara che sono già state pubblicate online foto/video imbarazzanti/insultanti che li riguardano.

I seguenti segnali possono indicare che i bambini sono vittime del bullismo alla scuola materna:

  • Il bambino soffre di disturbi del sonno, ansia o depressione.
  • Non vuole più andare all’asilo e si rifiuta di andarci.
  • Si verificano spesso disturbi fisici come mal di stomaco, mal di testa o nausea.
  • Il bambino è molto timido, ama giocare da solo e difficilmente si relaziona con gli altri bambini.

Tutti questi sintomi possono, ma non necessariamente, indicare che il bambino è stato vittima di bullismo all’asilo. Le cause di questi sintomi possono anche risiedere, ad esempio, in esperienze traumatiche, disturbi mentali o problemi familiari.

Suggerimento: in ogni caso, prendete sul serio i sintomi e parlatene con vostro figlio. Cercate anche un contatto con gli educatori e i genitori degli altri bambini.

3. proteggere precocemente i bambini dal bullismo

Mobbing durch Gespräche frühzeitig verhindern
Proteggere i bambini dal bullismo sensibilizzandoli sul tema con l’aiuto di materiali selezionati.

Per proteggere i bambini dal bullismo, è importante educarli a questo tema il prima possibile. Questo significa innanzitutto spiegare il bullismo ai bambini. Educarli a quali comportamenti fanno sentire gli altri bambini vittime di bullismo.

D’altra parte, è necessario presentare anche la situazione della vittima. Come si sente un bambino che viene preso in giro e maltrattato dagli altri? Cosa posso fare quando vedo un altro bambino vittima di bullismo?

Affrontando il problema, potete responsabilizzare i vostri figli e allo stesso tempo prepararli alla realtà. Imparano che con il loro comportamento possono ferire o addirittura danneggiare altri bambini.

Suggerimento: l’educazione ha una grande influenza sulla fiducia in se stessi dei bambini. Più sono sicuri di sé, meno è probabile che in seguito diventino vittime di bullismo.

4. collaborare con l’asilo nido nelle situazioni difficili

Kind mit Mutter beim Psychologen
Sollevare il problema apertamente con gli educatori.

Se come genitore o famiglia notate che vostro figlio soffre molto per i conflitti all’asilo, dovete agire il prima possibile. Potete già aiutare vostro figlio ascoltandolo e standogli accanto. Il primo interlocutore in questo caso dovrebbe essere l’educatore dell’asilo.

Parlate dei sintomi che vostro figlio manifesta e dei problemi che riconoscete dietro di essi. Gli educatori hanno una visione più chiara di ciò che accade nella struttura e dei comportamenti dei singoli bambini.

Importante: poiché i bambini della scuola materna di solito non hanno ancora la percezione del tipo di comportamento che ferisce gli altri, è importante stabilire delle regole per rapportarsi con gli altri.

Se gli insegnanti non hanno ancora notato nulla di simile, chiedete loro di prestare maggiore attenzione a vostro figlio o a queste situazioni. Questo è il modo migliore per capire qual è il problema e quali azioni sono necessarie. A volte è utile anche coinvolgere altri educatori o psicologi che sanno cosa fare.

5. ulteriore letteratura sull’argomento

Bestseller No. 1
Mobbing - im Kindergarten
  • Pfeffer, Katharina (Author)
Bestseller No. 2
Bing Zaino per Bambini
  • Zainetto bambino Bing.
  • Dimensioni approssimative: H: 36 x W: 33 x D: 8 cm
  • L’adorabile zainetto di Bing con un ampio compatimento dotato di zip, include il volto di Bing sotto forma di taschino anteriore con orecchie di pelliccia sintetica!
  • Tasche laterali e bretelle regolabili rendono perfetto lo zainetto per le avventure del tuo coniglietto.
  • Prodotto ufficiale Bing, realizzato esclusivamente per conto di Character IT.

Articoli correlati