Fare il bagno ai bambini: Consigli su temperatura, durata e additivi per il bagno

Sguazzare, spruzzare l’acqua e soffiare la schiuma: fare il bagno è molto divertente per la maggior parte dei bambini. Tuttavia, un contatto troppo frequente e intenso con l’acqua può danneggiare la pelle delicata dei bambini. …

Fare il bagno ai bambini: Consigli su temperatura, durata e additivi per il bagno

kinder baden
  1. Rivista
  2. »
  3. I bambini
  4. »
  5. Fare il bagno ai bambini: Consigli su temperatura, durata e additivi per il bagno
Con quale frequenza si deve fare il bagno a un bambino?

Poiché la pelle dei bambini è ancora molto delicata e sensibile, è sufficiente fare il bagno al bambino circa due volte alla settimana. Gli altri giorni è sufficiente il buon vecchio “lavaggio del gatto”. È importante che la pelle sia sufficientemente idratata dopo il bagno.

A cosa devo fare attenzione quando faccio il bagno ai miei bambini?

Quando fate il bagno ai vostri bambini, dovete assicurarvi che la temperatura dell’acqua sia compresa tra 35 e 37 gradi. Per proteggere la pelle, il bambino dovrebbe rimanere nell’acqua del bagno per un massimo di 10-15 minuti.

A che età un bambino può fare il bagno o la doccia autonomamente?

Un bambino dovrebbe fare il bagno da solo solo quando è in grado di nuotare in sicurezza. Inoltre, deve essere abbastanza sensibile da fare attenzione a non scatenarsi troppo e a non giocare in modo selvaggio. In generale, è consigliabile che non si avvicini alle orecchie.

Sguazzare, spruzzare l’acqua e soffiare la schiuma: fare il bagno è molto divertente per la maggior parte dei bambini. Tuttavia, un contatto troppo frequente e intenso con l’acqua può danneggiare la pelle delicata dei bambini.

In questo articolo scoprirete quanto spesso e per quanto tempo i bambini dovrebbero fare il bagno. Vi diamo consigli sulla temperatura ottimale dell’acqua e sull’uso di additivi per il bagno. Infine, chiariamo l’età in cui i bambini sono in grado di fare la doccia o il bagno da soli. [button]Ordina il bagnoschiuma per la cura della pelle direttamente online[/button]

1. molti genitori esagerano con l’igiene

Caso speciale: neurodermite
Sebbene i bagni frequenti possano stressare la pelle, gli scienziati americani hanno scoperto in uno studio che i bagni quotidiani possono alleviare i problemi cutanei della neurodermite da moderata a grave. Tuttavia, è importante applicare sempre una crema idratante sulla pelle dopo il bagno.

Lamaggior parte dei bambini ama fare il bagno e non riesce a farne a meno. Ma anche molti genitori hanno integrato il bagno nella loro routine quotidiana tanto da voler mantenere questo rituale.

Anche se l’igiene svolge un ruolo molto importante, molte famiglie esagerano nel prendersi cura dei loro piccoli. La pelle dei bambini è ancora molto delicata e sensibile. Se viene a contatto con acqua e sapone molto spesso e per lungo tempo, si secca molto rapidamente.

Il corpo deve inoltre abituarsi lentamente a combattere alcuni germi, batteri e virus. Solo così si può sviluppare un sistema immunitario sano nel lungo periodo. I bambini di età compresa tra i quattro e gli undici anni dovrebbero quindi fare il bagno o essere lavati al massimo due o tre volte alla settimana.

Neglialtri giorni è sufficiente lavare il bambino con una flanella e un po’ d’acqua. Particolare attenzione va prestata alle ascelle, ai piedi e al sedere. Naturalmente, anche il viso deve essere pulito regolarmente.

È importante che in seguito ci si prenda cura della pelle del bambino con prodotti adeguati. Questo protegge dalla disidratazione.

2. fare il bagno ai bambini: la temperatura giusta è fondamentale

thermometer im badewasser
Per sicurezza, potete controllare la temperatura dell’acqua con un termometro adatto.

Tuttavia, le informazioni sulla frequenza del bagno sono solo una linea guida e non devono essere seguite meticolosamente ogni volta. Se un bambino ha giocato molto all’aperto nello sporco o nel fango, è assolutamente legittimo fargli il bagno due giorni di seguito.

Perché non solo la frequenza, ma anche la durata e la temperatura dell’acqua giocano un ruolo importante nel bagnetto. Per i bambini, una temperatura tra i 35 e i 37 gradi è ottimale. Se l’acqua è più fredda, il bambino inizierà rapidamente a congelare. A temperature più elevate può verificarsi un surriscaldamento.

Poiché l’acqua calda ammorbidisce la pelle molto rapidamente, è bene limitare il bagno a un massimo di 10-15 minuti. Al termine, è necessario asciugare rapidamente il bambino e/o avvolgerlo in un accappatoio caldo e accogliente.

3. prestare attenzione agli ingredienti degli additivi per il bagno

badespritztiere
I giocattoli da bagno offrono divertimento durante il bagno, soprattutto ai bambini più grandi.

La pelle dei bambini è ancora molto delicata e sensibile. Per questo motivo, è consigliabile utilizzare gel doccia speciali per bambini. Di solito sono neutri per la pelle e non contengono profumi o altri ingredienti nocivi. Questo li rende particolarmente delicati sulla pelle.

Naturalmente, lo stesso vale per gli shampoo. Anche questi dovrebbero essere formulati appositamente per i bambini. Sono particolarmente delicati in modo da non pungere gli occhi.

Se un bambino non vuole fare il bagno, voi genitori potete aiutarlo entrando nella vasca con lui. Potete anche aumentare il divertimento del bagno utilizzando diversi strumenti per il bagno. Sono adatti i giocattoli da bagno, le perle da bagno speciali o il sapone da pittura per bambini.

Suggerimento: assicuratevi anche che i giocattoli da bagno siano privi di BPA. Ciò significa che la plastica non contiene ammorbidenti.

Cinque divertenti e creativi fai-da-te per la vasca da bagno dei bambini sono disponibili in questo video:

4 “Sono grande”: quando i bambini possono iniziare a fare il bagno da soli?

junge schwimmt unter wasser und haelt die daumen hoch
Non lasciate che il vostro bambino faccia il bagno da solo finché non è in grado di nuotare in sicurezza.

Mentre i bambini piccoli di solito amano ancora sguazzare, il bagno è di solito un male necessario per molti bambini più grandi. Di solito non ci vuole molto perché un bambino esprima il desiderio di fare il bagno o la doccia da solo.

Tuttavia, la maggior parte dei genitori ha un senso di nausea quando si tratta di questo argomento. Bambini da soli nell’acqua? Non è pericoloso?

No. Il fattore decisivo è l’età del bambino, la sua autonomia e le sue capacità. In linea di massima, si dovrebbe lasciare che il bambino faccia il bagno da solo solo quando è in grado di nuotare. Di solito questo avviene a un’età compresa tra i cinque e i sei anni. In questo modo è possibile ridurre al minimo il rischio di annegamento.

Inoltre, è necessario chiarire al bambino quali sono le regole da seguire quando fa il bagno o la doccia. Spiegategli, ad esempio, che deve muoversi con molta cautela perché i bagnoschiuma, gli shampoo e gli additivi per il bagno rendono il pavimento della vasca e della doccia molto scivoloso. È quindi severamente vietato fare i salti mortali.

Inoltre, assicuratevi che non ci sia molta acqua nella vasca o nel piatto doccia. È sufficiente che un bambino stia seduto fino alla pancia nell’acqua.

Suggerimento: assicuratevi di rimanere vicini durante i primi tempi. In questo modo è possibile essere presenti in caso di pericolo.

5. additivi da bagno neutri per la pelle delicata dei bambini

Bestseller No. 2
Simba 104010023 – badekrake ABC, Gioco per Bagnetto, 10 cm
  • Gioco per bagnetto di 10 cm
  • Materiale: plastica
  • Età consigliata: a partire dai 12 mesi
  • Prodotto di ottima qualità adatto ai bambini

Articoli correlati