Allergie nei bambini: Cause, sintomi e consigli per affrontarle

I bambini si ammalano sempre più spesso di allergie. Secondo lo studio KIGGS, circa l’11% di tutti i bambini e gli adolescenti soffre di febbre da fieno. Circa il 6% dei bambini soffre anche di …

Allergie nei bambini: Cause, sintomi e consigli per affrontarle

Kind auf Wiese mit Heuschnupfen
  1. Rivista
  2. »
  3. Salute
  4. »
  5. Malattie infantili
  6. »
  7. Allergie nei bambini: Cause, sintomi e consigli per affrontarle
Si può curare un’allergia?

È possibile trattare la causa dell’allergia con un’immunoterapia specifica o alleviare i sintomi con i farmaci.

Come si diagnosticano le allergie?

Per determinare i singoli allergeni contro i quali il sistema immunitario forma erroneamente degli anticorpi si può ricorrere a una procedura di test in due fasi.

Come si sviluppa un’allergia?

In caso di allergia, l’organismo forma erroneamente anticorpi contro sostanze innocue. Nel corso di questa reazione di difesa, si manifestano i tipici sintomi dell’allergia.

I bambini si ammalano sempre più spesso di allergie. Secondo lo studio KIGGS, circa l’11% di tutti i bambini e gli adolescenti soffre di febbre da fieno. Circa il 6% dei bambini soffre anche di asma.

Ma quali sono le cause delle allergie e come si possono curare? Nella nostra guida affrontiamo quindi la questione di quali sono le allergie, quali sono le conseguenze e in che misura il trattamento può dare sollievo.

[button]Ulteriore letteratura sull’argomento[/button]

1. L’allergia è una reazione eccessiva dell’organismo.

Abwehr gegen Pollen
I bambini allergici al polline formano anticorpi contro il polline innocuo.

Un’allergia si sviluppa sempre quando l’organismo cerca di combattere sostanze presumibilmente patogene. Nel caso di virus e batteri del raffreddore, questo è perfettamente corretto e aiuta a mantenersi in salute.
Nel caso di un’allergia, invece, sostanze in realtà innocue vengono scambiate per pericolose, per cui il sistema immunitario reagisce e utilizza gli anticorpi per combattere gli intrusi.

Come e perché si sviluppi un’allergia non è ancora stato spiegato chiaramente. Finora è certo solo che le allergie sono spesso ereditarie. In particolare, se entrambi i genitori sono allergici al polline, la probabilità che il figlio sviluppi un’allergia è del 60-80%.

I bambini allattati al seno per almeno sei mesi, i cani in casa o la crescita in una fattoria sono fattori che rafforzano il sistema immunitario e contribuiscono a ridurre la frequenza delle allergie.

Attenzione: non solo i bambini possono sviluppare un’allergia. Anche gli adulti possono ammalarsi improvvisamente di una determinata allergia in qualsiasi momento.

2. le reazioni allergiche colpiscono anche i bambini piccoli

Il naso cola, il bambino tossisce ed è stanco: per molti genitori questo è un chiaro segnale di raffreddore. Tuttavia, se il presunto raffreddore si presenta in primavera, potrebbe trattarsi di febbre da fieno.
Sebbene sia piuttosto improbabile in inverno, anche gli acari della polvere di casa causano grandi problemi ad alcuni allergici, tanto che i sintomi aumentano in alcune stanze.

Kinder mit Allergien in unterschiedlichem Alter
Spesso genitori e figli soffrono di allergie.

I bambini affetti da allergie presentano di solito i seguenti sintomi:

  • Starnuti frequenti e naso chiuso
  • prurito alla bocca o alla gola
  • lacrimazione, prurito e bruciore agli occhi
  • Colpi di tosse
  • Stanchezza e affaticamento
  • mal di testa

Tuttavia, i segni di una reazione allergica variano da bambino a bambino, per cui non tutti i soggetti colpiti lamentano gli stessi sintomi.

In molti casi, il raffreddore da fieno compare per la prima volta nei bambini intorno ai tre anni di età. I genitori non devono commettere l’errore di non trattare la malattia e di pensare che sia innocua.

Una diagnosi precoce e una terapia adeguata aiutano a trovare ed eliminare la causa dell’allergia.

Suggerimento: alcune piante d’appartamento possono anche scatenare allergie e quindi non dovrebbero essere collocate nelle stanze dei bambini.

3. il test allergologico: ecco come individuare le allergie nei bambini

Hauttest allergie
Un test cutaneo da solo non è risolutivo.

In generale, esistono diversi modi per determinare un’allergia con l’aiuto di un test. In ogni caso, è necessario eseguire un test in due fasi.

Unsemplice test cutaneo, il cosiddetto prick test, può determinare la reazione di determinate sostanze al contatto. Inoltre, di solito si esegue un esame del sangue per integrare il primo test.

Le reazioni dei due test vengono confrontate tra loro in una lista. In questo modo si ottiene un quadro complessivo che fornisce una chiara indicazione del grado di reazione al polline, agli acari della polvere o agli alimenti.

Il test allergologico non provoca uno shock anafilattico perché viene applicata sulla pelle solo una quantità minima della sostanza che provoca l’allergia.
Tuttavia, a seconda dell’intensità della reazione dei bambini a una determinata sostanza, possono comparire dei rantoli più o meno grandi, che scompaiono dopo qualche ora.

4. le allergie non trattate nei bambini possono portare a un cambiamento dei livelli di salute.

I medici parlano di un cambiamento di piano quando vengono attaccati i bronchi anziché le vie respiratorie. Se l’allergia scatena la tosse, questa può portare rapidamente all’asma se l’allergia non viene trattata.

Soprattutto in presenza di più allergie, si raccomanda la sensibilizzazione per ridurre il carico complessivo sull’organismo.

5. riconoscere le allergie alimentari

Allergia alle noci:

Anche se dal punto di vista botanico le fragole sono frutta a guscio, di solito non rappresentano un pericolo per i soggetti allergici alla frutta a guscio.

A differenza delle allergie ai pollini, le allergie alimentari provocano sintomi leggermente diversi. Tuttavia, la reazione dell’organismo è simile. L’organismo riconosce una minaccia nelle proteine innocue.

Le conseguenze sono:

  • Eruzione cutanea e prurito nella zona della bocca e della gola.
  • Gonfiore delle membrane mucose (soprattutto nella zona della gola), che può provocare mancanza di respiro.
  • nausea, diarrea e vomito
  • Attacchi d’asma
Nüsse
Un’allergia alla frutta a guscio può causare gravi conseguenze per la salute.

Ci sono alcuni alimenti che hanno un potenziale allergico molto elevato e possono essere pericolosi per la vita, mentre altre sostanze causano solo lievi disturbi gastrointestinali.

Particolarmente problematiche sono le allergie alimentari a:

  • Frutta a guscio
  • Crostacei
  • Latte e uova (più comuni nei bambini piccoli)

Molte altre intolleranze alimentari sono strettamente correlate alle allergie ai pollini. In molti casi si sviluppano le cosiddette allergie incrociate.

Per esempio, chi è sensibile al polline di betulla spesso ha problemi anche a mangiare mele o noci.
Tuttavia, la semplice sensibilità a determinate sostanze non implica automaticamente la comparsa di sintomi allergici.

6. farmaci per le allergie nei bambini

L’obiettivo del trattamento non dovrebbe essere tanto la soluzione farmacologica, quanto piuttosto l’adattamento dell’organismo per evitare una reazione eccessiva in futuro.

Il metodo più noto è l’iposensibilizzazione, in cui i bambini vengono esposti in modo specifico alla sostanza che provoca l’allergia, il che dovrebbe portare gradualmente all’assuefazione.

Non appena il sistema immunitario non classifica più determinati pollini come da difendere, il trattamento ha avuto successo.
A seconda della gravità dell’allergia e della velocità di adattamento dell’organismo, tuttavia, è necessario un periodo di 3-6 anni.
Tuttavia, i miglioramenti sono evidenti per le persone colpite già nel primo anno.

Esistono inoltre diversi farmaci antiallergici che riducono il rilascio di istamina. Oltre alle compresse contro l’allergia, esistono speciali colliri e spray nasali per combattere i sintomi acuti.

I farmaci che forniscono principalmente calcio sono stati ormai ampiamente sostituiti dai moderni antistaminici.

Attenzione: i farmaci con il principio attivo del cortisone sono utilizzati solo in caso di sintomi gravi, poiché si tratta di preparazioni controverse.

7 Ulteriore letteratura sull’argomento

Bestseller No. 1
My Food Allergy Book
  • Baker, Eastin (Author)
OffertaBestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3

Articoli correlati