L’autismo nel bambino: come può manifestarsi nel comportamento

L’autismo nei bambini, un disturbo dello sviluppo del sistema nervoso, si manifesta in modi molto diversi: nelle relazioni con l’ambiente, nella vita e nella capacità di inserirsi in una comunità, così come nelle funzioni mentali, …

L’autismo nel bambino: come può manifestarsi nel comportamento

autistisches kind
  1. Rivista
  2. »
  3. Salute
  4. »
  5. Sviluppo del bambino
  6. »
  7. L’autismo nel bambino: come può manifestarsi nel comportamento
Quali sono le cause dell’autismo?

Fondamentalmente, le anomalie dei fattori genetici, l’età dei genitori alla nascita del figlio, i possibili fattori di rischio durante la gravidanza e le anomalie neurologiche sono le cause più comuni dell’autismo.

Come si riconosce l’autismo?

I bambini con autismo hanno un’intelligenza ridotta o talenti insulari molto pronunciati che li rendono ugualmente evidenti. Comprenderli, invece, è l’arte.

Come si cura l’autismo?

Non esiste un trattamento in senso letterale. Tuttavia, ai bambini con autismo viene data la possibilità di intervenire precocemente. In alcuni casi si ricorre ai farmaci.

L’autismo nei bambini, un disturbo dello sviluppo del sistema nervoso, si manifesta in modi molto diversi: nelle relazioni con l’ambiente, nella vita e nella capacità di inserirsi in una comunità, così come nelle funzioni mentali, linguistiche, motorie ed emotive.

Le persone autistiche possono manifestare comportamenti strani che possono essere estremamente stressanti, soprattutto per chi si occupa di loro nella vita quotidiana. In questo contesto, i bambini con autismo sono considerati affetti da disabilità multiple. Spesso, nel caso di disabilità multiple, il fulcro della disabilità si sposta con l’età. L’articolo che segue illustra come l’autismo può manifestarsi in un bambino e quali sono le caratteristiche che dovrebbero insospettirvi.

[button]Ulteriore letteratura sull’argomento[/button]

1. l’autismo è congenito? Sì, in circa lo 0,5% dell’umanità.

Che cos’è esattamente l’autismo?

L’autismo è talvolta un profondo disturbo dello sviluppo che ha origine da un complesso disturbo del sistema nervoso centrale. In medicina si parla di autismo infantile, disturbo autistico e sindrome di Asperger. La caratteristica centrale è un grave disturbo della relazione e della comunicazione.

Circa lo 0,2-0,5% dell’umanità è affetto da autismo. Sebbene l’autismo sia congenito, i sintomi più evidenti si manifestano di solito solo all’età di circa quattro o cinque anni. Ci sono dei precursori anche prima: le persone colpite di solito hanno problemi a mangiare o a dormire già da neonati. Producono uno spettro di comportamenti per stimolarsi. A volte questi si estendono fino all’autolesionismo. A volte si può verificare anche una forte aggressività o insistere su determinati ordini.

Se vostro figlio è affetto da autismo, la sfida più grande per voi è quella di gestire i comportamenti specifici. I bambini autistici presentano un’ampia gamma di problemi comportamentali:

  • una grande passione per il collezionismo,
  • rifiutano con veemenza di indossare determinati capi di abbigliamento…
  • e ripetono continuamente frasi e parole e certi comportamenti.

È anche possibile che un bambino autistico non impari affatto a parlare. È più pericoloso per quei bambini autistici che non sviluppano la consapevolezza del pericolo nel corso del loro sviluppo.
Le capacità intellettive dei bambini autistici vanno dal ritardo mentale all’intelligenza media. Una parte delle persone autistiche ha anche capacità estremamente spiccate in alcune aree. Ad esempio, sono geni dell’aritmetica, molto dotati musicalmente, artisticamente o tecnicamente.

1.1 L’autismo della prima infanzia è chiamato sindrome di Kanner

inselbegabungen
Un bambino autistico può mostrare tratti di talento. Questo fenomeno è noto come insular giftedness
.

La sindrome di Kanner è una disabilità multipla ereditaria che si manifesta prima dei tre anni di età, ma può essere chiarita solo all’età di 18 mesi tramite test dopo una diagnosi di autismo relativamente sicura. Come si riconosce la sindrome di Kanner?

  • Un bambino con la sindrome di Kanner rifiuta il seno e ha difficoltà ad alimentarsi. Ha problemi di masticazione e preferenze fisse per alcuni alimenti.
  • Altri sintomi della sindrome di Kanner possono essere i disturbi evidenti del ritmo sonno-veglia del bambino.
  • Spesso i bambini con la sindrome di Kanner mostrano un comportamento di gioco stereotipato.
  • L’interazione di questi bambini è disturbata, la comunicazione sotto forma di linguaggio è compromessa e il bambino mostra interessi e comportamenti ordinari.

Forme di autismo: Oggi, nell’uso comune, si è diffuso il termine “autismo” al posto di “autismo della prima infanzia”. L’autismo della prima infanzia è presente in due bambini su 1000. L’autismo atipico può manifestarsi dopo i tre anni di età ed è molto simile all’autismo della prima infanzia. La sindrome di Asperger è la forma di autismo che compare in età scolare. L’intelligenza di solito non è influenzata dal disturbo. Nei bambini affetti da sindrome di Asperger è possibile ottenere una buona espressione linguistica e un buon talento. La sindrome di Asperger, in cui i bambini mostrano i cosiddetti talenti insulari ma sono indietro in termini di coordinazione e movimento, colpisce anche due bambini su 1000.

2. Come vede il mondo una persona autistica? In dettaglio

Una persona autistica percepisce l’ambiente in modo diverso dalle persone sane. Nota molti dettagli, ma non ha una visione d’insieme. Per esempio, se andate nella foresta con il vostro bambino autistico, quest’ultimo non vedrà letteralmente la foresta per gli alberi. Si può prendere alla lettera. Una persona autistica vede un accumulo di 1452 alberi (abeti, abeti rossi, larici…), 326 arbusti (ontani, ginestre…), 12 farfalle, 78 funghi, sette lumache e tre scoiattoli.

2.1 Le persone autistiche hanno bisogno di strutture e non di cambiamenti di programma

Un punto importante nella vita di una persona autistica è il suo abbigliamento. Esso gli offre protezione dalle influenze esterne. Deve essere comodo, familiare e facilmente accessibile. La scelta, invece, è piuttosto modesta. Una routine quotidiana strutturata con precisione è molto importante. I cambiamenti di programma possono diventare una tortura. Le persone colpite si sentono spesso stressate e continuano a chiedere quando questo evento finirà.

Suggerimento: per illustrare il mondo di una persona autistica si usa spesso un filo di perle (vedi asperger-wahrnehmung.de). Questo rispecchia abbastanza bene la routine quotidiana. Una perla = un evento. Tutto è disposto in un ordine fisso. Queste sequenze sono estremamente importanti per un bambino autistico. Se ci sono cambiamenti nella routine abituale, informate vostro figlio il prima possibile. Spiegate anche il motivo per cui è necessario farlo, in modo che il bambino lo capisca.

Il vostro bambino autistico può frequentare un asilo o una scuola normale? È possibile, se l’inclusione viene attuata

I bambini autistici hanno bisogno di sostegno nella vita scolastica quotidiana. In passato, un bambino autistico veniva probabilmente mandato in una cosiddetta “scuola speciale”. Oggi, gli istituti regolari sono di solito responsabili di questa forma speciale. Tuttavia, questo obbligo non si riflette ancora in tutti gli istituti.

Ottenere un posto Kita per il proprio figlio autistico sarà probabilmente difficile. Sono molto rari in Germania. Tuttavia, potete anche parlare con gli insegnanti di un normale centro diurno delle esigenze speciali di vostro figlio, come le possibilità di astinenza o i problemi comportamentali. Avvicinatevi attivamente agli assistenti e cercate un colloquio.

I sintomi dell’autismo sono troppo ampi perché gli insegnanti, senza una formazione specifica, siano in grado di affrontarli. Infine, i bambini con autismo non sono facilmente classificabili e quindi spesso non rientrano nel “sistema” ben ordinato.

L’inclusione ha in parte successo, ma si verifica anche l’esatto contrario: la totale impotenza. Persino gli esperti ritengono che sia impossibile affrontare le molteplici esigenze degli alunni affetti. Alcune scuole, tuttavia, possono già dimostrare il contrario. Sono già riuscite a trovare un equilibrio. Tuttavia, ci sono stati anche casi in cui gli alunni sono stati esclusi dalle lezioni. A volte per anni.

Per una persona che ha bisogno di strutture nella vita di tutti i giorni, questo è ovviamente fatale. Di norma, gli insegnanti sovraccarichi di lavoro non sono da biasimare. Non ricevono né personale di supporto, né formazione, né classi più piccole.

4. la terapia per i bambini con autismo prevede un intervento precoce

frühförderung
Varie terapie iniziano in età prescolare. Sono progettate per aiutare i bambini autistici ad affrontare meglio le sfide dell’interazione e della comunicazione.

Le possibilità di alleviare le conseguenze del disturbo autistico con la terapia si basano su questi fattori:

  • Intervento precoce: la terapia comportamentale ottiene buoni effetti per quanto riguarda le abilità cognitive. L’interazione in piccoli gruppi può essere allenata con successo anche in età prescolare. Oltre alla comunicazione, è possibile risolvere anche i comportamenti compulsivi e insegnare le abilità pratiche quotidiane. L’intervento precoce inizia all’età di due o tre anni e dura fino all’età della scuola primaria.
  • In gruppo: l’ addestramento alle abilità sociali è la chiave per aiutare i bambini con autismo nella comunicazione e nell’interazione. La terapia di gruppo dura solitamente dai quattro ai sei mesi.
  • Farmaci: gli psicofarmaci sono utilizzati principalmente per trattare i problemi comportamentali. Aggressività, impulsività e iperattività possono richiedere l’uso di farmaci.
  • Ulteriori misure terapeutiche: La logopedia, la terapia occupazionale, l’arte e la musica, la fisioterapia e altre opzioni terapeutiche possono aiutare i bambini con autismo ad affrontare meglio la loro vita.

5 Ulteriore letteratura sull’argomento

OffertaBestseller No. 1
10 cose che un bambino con autismo vorrebbe che tu sapessi. Nuova ediz.
  • Editore: Erickson
  • Autore: Ellen Notbohm , Giacomo Vivanti , D. Misseri
  • Collana:
  • Formato: Libro in brossura
  • Anno: 2023
Bestseller No. 2
Calendario Giornaliero per Bambini con Autismo: Agenda Visiva con 140 Pittogrammi e Velcro Adesivo Incluso per comunicare e Organizzare la Routine Giornaliera
  • Organizza la Routine: Agenda giornaliera per bambini con autismo per strutturare e semplificare la giornata.
  • Comunicazione Visiva: 140 pittogrammi e schede lessicali per facilitare la comunicazione e favorire l'indipendenza.
  • Adatto a Bambini ASD: Progettato appositamente per bambini con disturbi dello spettro autistico per migliorare la comprensione.
  • Facile da Utilizzare: Velcro adesivo incluso per un'interazione intuitiva con il calendario visivo autismo italiano.
  • Agenda Visiva Personalizzabile: Agenda giornaliera flessibile per adattarsi alle diverse routine giornaliere dei bambini.

Articoli correlati