Antibiotici per i bambini: cosa devono sapere i genitori

Nei primi anni di vita i bambini devono spesso combattere raffreddori e infezioni respiratorie. Combattendo i virus e i batteri, è possibile sviluppare un sistema immunitario sano. In alcuni casi, tuttavia, è necessario somministrare ai …

Antibiotici per i bambini: cosa devono sapere i genitori

antibiotika kinder
  1. Rivista
  2. »
  3. Salute
  4. »
  5. Malattie infantili
  6. »
  7. Antibiotici per i bambini: cosa devono sapere i genitori
Per quali malattie è necessario somministrare antibiotici ai bambini?

La maggior parte delle infezioni che i bambini devono affrontare sono causate da virus. Tuttavia, gli antibiotici sono efficaci solo per le infezioni batteriche. Pertanto, le infezioni dell’orecchio medio o del tratto urinario causate da batteri possono essere trattate con antibiotici.

Quali effetti collaterali possono verificarsi?

Poiché i principi attivi attaccano o addirittura distruggono i batteri buoni del tratto gastrointestinale, durante e dopo l’assunzione di antibiotici possono verificarsi dolori addominali, nausea e diarrea. Inoltre, se gli antibiotici vengono somministrati frequentemente, vi è il rischio che i batteri diventino resistenti.

A cosa devo prestare attenzione quando assumo la dose?

Chiedete sempre al vostro pediatra per quanto tempo e a quali intervalli deve essere assunto il farmaco. Per il successo del trattamento è estremamente importante che il bambino assuma l’antibiotico regolarmente e per la durata stabilita.

Nei primi anni di vita i bambini devono spesso combattere raffreddori e infezioni respiratorie. Combattendo i virus e i batteri, è possibile sviluppare un sistema immunitario sano. In alcuni casi, tuttavia, è necessario somministrare ai bambini anche degli antibiotici.

In questo articolo vi daremo informazioni su quali sono le malattie per le quali i bambini devono assumere antibiotici e quando invece sono sufficienti semplici rimedi casalinghi. Inoltre, vi illustreremo gli effetti collaterali più comuni e vi daremo consigli su cosa tenere presente quando si assumono antibiotici.
[button]Ordina i probiotici per bambini direttamente online[/button]

1. il sistema immunitario di un bambino deve prima svilupparsi

kleines maedchen mit schnupfen
Soprattutto nella stagione fredda e umida, i bambini devono spesso combattere con tosse, raffreddore e mal d’orecchi.

L’ambulatorio di un pediatra è visitato ogni giorno da decine di madri e padri perché il loro bambino soffre di raffreddore, tosse o febbre. Il periodo peggiore inizia quando i piccoli iniziano la scuola materna.

Per un bambino, fino a dieci infezioni respiratorie all’anno sono ancora considerate normali. Naturalmente, la maggior parte delle infezioni colpisce durante la stagione fredda. Le singole malattie possono durare fino a dodici giorni.

Il motivo per cui i bambini si ammalano così spesso è che il sistema immunitario di un neonato o di un bambino è ancora molto inesperto e deve prima svilupparsi. Ad ogni infezione, il sistema immunitario impara ad affrontare i rispettivi agenti patogeni. Solo grazie a questo allenamento è possibile sviluppare un sistema immunitario sano.

Attenzione: se il bambino presenta più di due polmoniti, due sinusiti o più di otto infezioni dell’orecchio medio all’anno, è bene che il medico ne chiarisca le cause. In rari casi, potrebbe trattarsi di un’immunodeficienza.

2. antibiotici nei bambini: in questi casi la somministrazione è necessaria

Prescrizioni di antibiotici superflue
Secondo i risultati dell’attuale rapporto sugli antibiotici del DAK, quasi il 30% delle prescrizioni di antibiotici è discutibile rispetto alla diagnosi. Gli antibiotici sono stati prescritti con particolare frequenza per bronchiti, infezioni del tratto respiratorio superiore o tosse.

Quando i genitori portano i figli malati dal medico, questi prescrive troppo spesso un antibiotico. Poiché i genitori vogliono che il loro bambino guarisca rapidamente, di solito acconsentono alla somministrazione del farmaco.

Lanecessità di un antibiotico dipende soprattutto dalla natura virale o batterica dell’infezione. La maggior parte delle malattie all’asilo o a scuola sono influenze o raffreddori causati da virus. In questo caso, gli antibiotici sono inefficaci.

Lasituazione può invece essere diversa nel caso di infezioni causate da batteri. In questo caso, l’assunzione di antibiotici può essere utile per uccidere con successo i batteri. La penicillina o l’amoxicillina sono solitamente utilizzate per le infezioni del seno, dei polmoni o dell’orecchio medio.

Tuttavia, questo non significa che ogni infezione batterica richieda l’uso di antibiotici. In ogni caso, quindi, si deve decidere individualmente quale sia il trattamento più sensato.

La terapia antibiotica può essere necessaria nei bambini per le seguenti infezioni (a condizione che l’infezione sia causata da batteri):

  • infezioni dell’orecchio medio
  • infezioni del tratto urinario
  • angina purulenta (tonsillite)
  • Polmonite
  • Meningite
Suggerimento: il pediatra può determinare se l’infezione è virale o batterica, ad esempio utilizzando un test CRP o PCT. Tuttavia, entrambi i test sono un po’ più costosi.

3. il danneggiamento della flora intestinale è l’effetto collaterale più frequente

junge mit waermflasche und bauchschmerzen im bett liegend
L’assunzione di antibiotici può causare flatulenza, dolore addominale e diarrea
.

Anche se gli antibiotici sono un’invenzione rivoluzionaria che salva la vita di molte persone, non dovrebbero essere usati più spesso del necessario. In particolare, i neonati e i bambini piccoli possono subire effetti collaterali molto spiacevoli a causa della loro assunzione.

Se gli antibiotici vengono prescritti inutilmente, c’è il rischio che i batteri diventino resistenti e che il farmaco diventi quindi inefficace. Questo può essere molto pericoloso per quanto riguarda una successiva infezione grave.

Gli effetti collaterali più comuni degli antibiotici nei bambini sono disturbi del tratto gastrointestinale. Dolori addominali, nausea, vomito e diarrea non sono rari. Le sostanze attive attaccano anche i batteri benefici presenti nell’intestino, squilibrando la flora intestinale.

Per evitare conseguenze di lunga durata, è necessario assicurarsi attivamente che la flora intestinale del bambino venga ricostruita dopo il trattamento antibiotico. In questo caso, è utile il consumo di alimenti probiotici. Ad esempio, yogurt, kefir, crauti o aceto di sidro di mele.

4. antibiotici per i bambini: è bene prestare attenzione a questo aspetto.

mutter gibt ihrem kranken kind antibiotika-saft
Un cosiddetto succo secco può essere facilmente preparato con l’aiuto dell’acqua.

Nel caso di alcune malattie, non c’è modo di evitare la somministrazione di farmaci appropriati per non mettere in pericolo la salute del bambino. In questo caso, tuttavia, è essenziale una gestione attenta dell’antibiotico.

Di seguito abbiamo raccolto per voi alcuni consigli su cosa considerare quando i bambini devono assumere antibiotici:

  • Gocce o succhi di frutta invece di compresse: molti bambini non sono ancora in grado di deglutire le compresse. Per questo motivo, i farmaci vengono spesso prescritti sotto forma di succo o gocce. È molto diffusa anche la polvere che deve solo essere infusa con acqua. Le supposte, invece, sono pensate come soluzione d’emergenza se il bambino si rifiuta categoricamente di assumere il farmaco.
  • Usare gli antibiotici in modo corretto: Il dosaggio corretto gioca un ruolo molto importante per il successo del trattamento. Il medico lo stabilisce individualmente in base al peso corporeo del bambino. La durata dell’assunzione di un antibiotico dipende dal farmaco somministrato e dalla malattia. Tuttavia, è importante che il bambino assuma l’antibiotico regolarmente e sempre allo stesso intervallo di tempo.
  • Non mescolare il farmaco con il latte: Alcuni genitori sciolgono il farmaco nel latte per renderlo più appetibile al bambino. Tuttavia, è bene evitare assolutamente questa pratica. I principi attivi non si sciolgono nei componenti del latte, per cui l’antibiotico viene assorbito dall’intestino con ritardo e di conseguenza si verificano nausea e vomito.
  • Non praticaresport durante la terapia: L’assunzione di antibiotici da parte del bambino porta di solito a una forte riduzione dei sintomi in tempi molto brevi. Poiché i bambini si sentono meglio, spesso credono di poter fare di nuovo sport. Tuttavia, poiché l’organismo sta ancora combattendo attivamente gli agenti patogeni, lo sforzo fisico può far sì che gli agenti patogeni si diffondano ulteriormente e causino una miocardite. Per evitare che ciò accada, il bambino dovrebbe iniziare a praticare attività fisica solo due o tre giorni dopo l’ultima somministrazione di antibiotici.

5. probiotici per sostenere la flora intestinale nei bambini

OffertaBestseller No. 1
Lactoflorene PLUS BIMBI 7FL Liquido
  • Fermenti lattici vivi ad ad azione probiotica. Vitamine del gruppo B e Zinco.
  • Formato: 70 ml. 7 Flaconcini da 10 ml.
  • Modo d'uso: un flaconcino al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. E' possibile diluire il contenuto in una bevanda fredda. In caso di contemporanea somministrazione di terapie antibiotiche si raccomanda di assumere Lactoflorene Plus Bimbi a qualche ora di distanza dal farmaco.
  • Avvertenze: Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di uno stile id vita sano. Conservare il prodotto in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Non eccedere al dose giornaliera raccomandata.
  • Montefarmaco OTC Spa. Via IV Novembre, 92 - 20021 Bollate (MI). Prodotto e confezionato in Via Castellierem 2 - 33036 Mereto di Tomba (UD).
OffertaBestseller No. 2
YOVIS Bambini Flaconciini, Probiotici per il Benessere Intestinale con Vitamine del Gruppo B, 10 Miliardi di Fermenti Lattici Vivi, indicato per Bambini dai 3 ai 14 anni, 10 Flaconcini, Gusto Fragola
  • 🐣 A PROTEZIONE DEL TUO BAMBINO La flora batterica intestinale dei bambini può risultare spesso alterata a causa del loro intestino, così delicato. YOVIS BAMBINI è l’integratore alimentare con fermenti lattici che aiuta il tuo bambino a equilibrare la flora batterica intestinale contribuendo al suo benessere generale.
  • 👧👦CON UNA FORMULA PENSATA PER I BAMBINI DAI 3 AI 14 ANNI YOVIS BAMBINI è un prodotto a base di probiotici, vitamine del gruppo B e altri componenti selezionati la cui efficacia e sicurezza è stata verificata in bambini dai 3 ai 14 anni.
  • ✔️FORMATO YOVIS BAMBINI è in confezioni da [10] flaconcini, gusto fragola
  • 🎯 OGNI GIORNO, PER IL BENESSERE DEI PIÙ PICCOLI Per il giusto equilibrio della flora batterica, somministra al tuo bambino 1 flaconcino al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. Se il bambino sta facendo una terapia antibiotica, è meglio somministrare YOVIS BAMBINI ad alcune ora di distanza dal farmaco.
  • 🚦 PER CHI È INDICATO? Il prodotto è destinato ai bambini dai 3 ai 14 anni ed è senza glutine, senza lattosio e senza zuccheri.
OffertaBestseller No. 3
PROLIFE PEDIATRICO. Integratore di fermenti lattici vivi. Favorisce l’equilibrio della flora batterica intestinale.
  • Aiuta a mantenere o ristabilire l’equilibrio naturale della flora batterica che può risultare alterata e causare episodi di diarrea, coliche, stipsi, gonfiore addominale: durante l’assunzione di antibiotici e farmaci; a seguito di intolleranze alimentari, a causa di stati febbrili o stanchezza da cambio stagione.
  • 10 flaconcini da 8 ml e con tappo serbatoio. Prolife Pediatrico è stato appositamente studiato e realizzato secondo le esigenze della flora batterica dei bambini. Senza glutine, senza lattosio o alla scadenza.
  • E’ ricco di Bifidobatteri: 3 miliardi di fermenti lattici vivi per dose. Contiene anche glucoligosaccaride e vitamine del gruppo B e D. Le vitamine del gruppo B contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario e alla riduzione della stanchezza e della fatica nei periodi di più intensa attività fisica e mentale, cambio di stagione, sbalzi di temperatura. La vitamina D è necessaria per il normale sviluppo osseo dei bambini.
  • Con certificazione di “ Vitalità probiotica”. La certificazione, è stata redatta dall’ente indipendente CSQA. 1) Fornisce garanzie al consumatore sul contenuto di probiotici fino alla scadenza del prodotto. 2) In caso di miscele di microrganismi, assicura il rispetto dei quantitativi minimi dichiarati in etichetta.
  • Esclusivo sistema di produzione anti umidità e acqua libera. Mantiene la vitalità dei fermenti lattici fino alla scadenza del prodotto. Riduce al minimo la presenza di acqua libera e umidità. In questo modo si mantiene e si preserva la vitalità dei fermenti lattici. 1) Dry Fil Process: durante la lavorazione il flaconcino viene riempito proteggendo il prodotto dall’umidità 2) Flaconcino 3phase: lo speciale tappo-serbatoio abbassa il livello di umidità e assicura che i fermenti lattici rimangano vivi fin

Articoli correlati