Bambini adottati: superare problemi e sfide

L’adozione è una sfida speciale nella vita di genitori e figli. Per dominarla ed evitare problemi, è necessario molto tatto. Molti bambini adottati soffrono della situazione se non sono in grado di affrontarla. Nel nostro …

Bambini adottati: superare problemi e sfide

Glückliche Familie
  1. Rivista
  2. »
  3. Salute
  4. »
  5. Sviluppo del bambino
  6. »
  7. Bambini adottati: superare problemi e sfide
Quali sono le conseguenze successive dell’adozione sul bambino?

Molti bambini adottati soffrono per essere stati consegnati da piccoli. Come parte della loro ricerca di identità, spesso cercano i loro genitori naturali.

Come dovrebbero affrontare questo problema i genitori adottivi?

Affrontare apertamente il tema dell’adozione aiuta a prevenire i problemi e a mitigare gli effetti tardivi della rinuncia da bambini.

Che cosa posso fare se il mio figlio adottivo è emotivamente oppresso dalla situazione?

Soprattutto nell’adolescenza, la conoscenza dell’adozione può essere molto sconvolgente per vostro figlio. Contattate medici e terapeuti per aiutare vostro figlio.

L’adozione è una sfida speciale nella vita di genitori e figli. Per dominarla ed evitare problemi, è necessario molto tatto.

Molti bambini adottati soffrono della situazione se non sono in grado di affrontarla. Nel nostro articolo esaminiamo le difficoltà nell’educazione dei figli e mostriamo quali sono i problemi che molti bambini adottati devono affrontare durante l’infanzia e soprattutto durante la pubertà.
[button]Ulteriori letture su come gestire i bambini adottati[/button]

1. l’identità perduta – bambini adottati in cerca di stabilità

Jugendlicher schaut in den Spiegel
Spesso i bambini adottati si chiedono chi sono veramente.

Per nessun bambino al mondo è bello sapere che i propri genitori non sono quelli naturali. Tuttavia, è altrettanto importante che ogni bambino abbia l’opportunità di conoscere l’adozione.

Chi non riesce a stabilire un rapporto corretto con la madre o il padre da neonato o da bambino ha spesso difficoltà a sviluppare la fiducia. Se manca la fiducia di base, questo può già innescare un disturbo della personalità, i cui effetti tardivi rimangono evidenti anche nella vita adulta.

Alcuni bambini adottati sono quindi piuttosto insicuri e temono di essere nuovamente separati. Molti bambini si interrogano molto più spesso su se stessi e sul proprio comportamento e prestano molta più attenzione alle reazioni degli altri.

Tutti i genitori che accolgono un bambino e lo trattano con amore desiderano naturalmente che non sorgano problemi di identità. Tuttavia, non è più possibile cambiare nulla dello sviluppo nella prima infanzia.

È ancora piùimportante che i genitori parlino apertamente della situazione con i figli adottivi e facciano sentire loro che appartengono alla famiglia per sempre.

Suggerimento: i genitori dovrebbero evitare di mettere in cattiva luce i genitori naturali. Anche se ciò può essere vero, rende la situazione inutilmente difficile per i figli adottivi.

2 I motivi per cui si rinuncia al proprio figlio sono molteplici

Sempre meno bambini vengono adottati:

Nel 2017, il numero di adozioni di bambini è stato solo di 3.888, rispetto ai 7.173 casi di 20 anni prima. Circa 2/3 di tutti i bambini adottati sono stepchild adoption, ovvero adozioni da parte di un nuovo genitore. Per ogni bambino realmente adottato ci sono oggi più di 7 richiedenti.

Chi decide di dare un bambino in adozione di solito non lo fa facilmente. Molte donne che comunque compiono questo passo sono spesso chiaramente sopraffatte.

Soprattutto se non c’è il sostegno della famiglia, se la futura madre è ancora molto giovane o se si trova in una fase professionale difficile, la gravidanza inaspettata può gettare la vita nel caos più totale.

Poiché questa non è un’opzione sensata né per la psiche della madre naturale né per il bambino, in alcuni casi la rinuncia al proprio figlio è una soluzione.

In questo video di YouTube è possibile vedere un breve approfondimento sulla storia di tre madri che hanno deciso di rinunciare al proprio figlio:

Al contrario, i casi in cui un bambino viene allontanato dalla famiglia a causa di abusi da parte dei servizi di assistenza ai minori sono molto rari in Germania.

3. i conflitti dominano la vita di molti bambini adottati

Prima o poi, molti bambini vogliono sapere da dove vengono. Tuttavia, a causa dell’adozione anonima, questa domanda rimane spesso senza risposta. È quindi ancora più importante che i bambini adottati possano liberarsi di tutte le loro domande, in modo da non doverle portare con sé per molto tempo.

zwei Kinder mit unterschiedlicher Hautfarbe lächeln einander an
Non lasciare che si creino conflitti tra fratelli
.

Tutti i genitori dovrebbero quindi prepararsi per tempo a rispondere ad alcune delle domande dei loro figli:

  • Chi è la mia vera mamma?
  • Perché i miei genitori non mi hanno voluto?
  • Mi restituirete?

Se queste domande vi colpiscono inaspettatamente, di solito dovrete ingoiare più di una volta. Pertanto, è meglio pensare fin da subito ad alcune risposte per rafforzare il bambino e costruire la fiducia.

Alcuni bambini pongono queste domande già all’età di tre o quattro anni. Le possibili risposte dovrebbero quindi essere altrettanto semplici.

Nel corso della crescita dei figli, di solito c’è una seconda fase difficile durante la pubertà. In questo periodo, gli adolescenti generalmente si ribellano e spesso approfittano del fatto di essere stati adottati per prendere le distanze dai genitori adottivi.

Frasi come “Non sono come te, sono come la mia madre naturale” non sono rare in questa fase, ma non dovrebbero sollevare dubbi se il rapporto è stato rafforzato.
A questo punto, i genitori possono cercare di ribaltare la situazione di tensione. Con la risposta “È vero, i tuoi occhi brillanti li hai presi dalla tua madre biologica”, di solito si ottiene di più che non essere coinvolti in un confronto.

Suggerimento: più affrontate apertamente la situazione come genitori adottivi, meno spesso si verificheranno scontri drastici. L’adozione fa parte della vita. Pertanto, non può e non deve essere tenuta segreta.

4. accettare l’aiuto – la consulenza professionale è utile nelle situazioni difficili.

Kind in einer Therapiesitzung
È importante affrontare i problemi apertamente.

Molti problemi possono essere risolti in famiglia. Ascoltarsi, trattarsi con rispetto e avere un rapporto di fiducia rende più facile trovare soluzioni anche in questioni complicate.

Tuttavia, grandi sconvolgimenti, come un trasloco o un divorzio, possono portare rapidamente fuori strada anche i figli adottivi un po’ più stabili.

Se il vostro bambino soffre di disturbi del sonno, diventa sempre più chiuso in se stesso o ha problemi di fiducia in se stesso, non esitate a cercare un aiuto psicologico. Se i problemi vengono affrontati precocemente, spesso è possibile arginare effetti tardivi molto più problematici.

5 Ulteriori letture su come comportarsi con i bambini adottati



Adoptiert: Eine lebenslange Aufgabe
  • Breitinger, Eric (Author)

Articoli correlati