Gli arresti domiciliari sono sensati e ancora al passo con i tempi?

Se si chiedesse ai bambini se gli arresti domiciliari sono ragionevoli, quasi nessuno si pronuncerebbe a favore.Tuttavia, questo è sempre stato il caso e dice poco su cosa sia effettivamente appropriato o se una punizione …

Gli arresti domiciliari sono sensati e ancora al passo con i tempi?

hausarrest
  1. Rivista
  2. »
  3. Genitori
  4. »
  5. Educazione dei bambini
  6. »
  7. Gli arresti domiciliari sono sensati e ancora al passo con i tempi?
I bambini possono essere messi a terra?

In linea di principio, i diritti dei genitori nell’ambito dell’educazione dei figli sono relativamente ampi. Pertanto, gli arresti domiciliari non sono contrari alla legge entro limiti normali.

Ha senso mettere in punizione i bambini?

Di norma, gli arresti domiciliari non hanno senso come mezzo di educazione. Purtroppo, il periodo successivo sarà meno dedicato alla gestione del proprio comportamento scorretto e più alla punizione stessa.

Quali sono le alternative agli arresti domiciliari?

La chiave per vivere insieme come una famiglia sotto lo stesso tetto è stabilire delle regole di convivenza.
Se un bambino non le rispetta, possono ovviamente seguire delle conseguenze, che si adattano meglio alla situazione specifica.

Se si chiedesse ai bambini se gli arresti domiciliari sono ragionevoli, quasi nessuno si pronuncerebbe a favore.
Tuttavia, questo è sempre stato il caso e dice poco su cosa sia effettivamente appropriato o se una punizione sia eccessiva.

Nel nostro articolo non vogliamo ignorare del tutto l’opinione dei bambini, ma vogliamo analizzare se il classico strumento educativo degli arresti domiciliari abbia ancora oggi un valore reale.
[Raccomandazioni della letteratura sulle punizioni per i bambini [/button]

1. la situazione legale in Germania – queste misure educative sono consentite dalla legge

ein kind sitzt mit einem ball in der hand vor der tuer weil es hausarrest hat
Gli arresti domiciliari sono legalmente consentiti.

L’educazione di un bambino è responsabilità dei genitori. Essi sono responsabili dei loro figli e di conseguenza sono anche responsabili dell’imposizione di punizioni e della loro entità.

Anche se molti adolescenti di 16 anni vorrebbero sentirsi dire che gli arresti domiciliari sono una sorta di privazione della libertà e quindi anche di rilevanza penale, in realtà ciò avviene solo in situazioni eccezionali.

Secondo la legge, le punizioni non sono consentite solo se non violano i diritti del minore.
Questo può diventare un po’ più chiaro se guardiamo a due esempi di arresti domiciliari consentiti o vietati:

I limiti dell’educazione:
Secondo l’articolo 1631 (2) del Codice civile tedesco, i bambini hanno diritto a un’educazione priva di violenza. Tuttavia, ciò non riguarda solo la salute fisica, ma anche il divieto di violenza psicologica.
  • A 16 anni Peter torna a casa in ritardo perché ha dimenticato di guardare l’orologio. Naturalmente pensa che questo possa accadere a chiunque, e ha ragione.
    Purtroppo, questo non cambia il fatto che i suoi genitori lo mettano in punizione per il fine settimana successivo.
    Anche se questa può non essere la giusta conseguenza, non è discutibile da un punto di vista puramente legale.
  • Emilie, invece, ha un rapporto ancora più difficile con i suoi genitori. All’età di 16 anni, passa la notte a casa del suo ragazzo senza permesso, cosa che non piace affatto ai suoi genitori.
    Fino a quel momento, questo è certamente comprensibile. Tuttavia, ora i genitori mandano Emilie nella sua stanza, le danno dell’acqua e chiudono la porta a chiave.
    Se a un bambino viene negato l’accesso alla toilette o non gli viene permesso di muoversi liberamente nell’appartamento o all’interno della casa(per un periodo di tempo più lungo) , ci sono serie conseguenze legali.
    In caso di violenza sui bambini e di abusi di natura emotiva, gli uffici locali di assistenza ai giovani sono le persone giuste da contattare.
Anche se gli arresti domiciliari non sono vietati, ma sono consentiti nell’ambito del quadro normativo, ci si chiede quanto siano sensati gli arresti domiciliari.

2 Arresti domiciliari per i minori – una soluzione che di solito ha poco senso

Per i bambini e gli adolescenti, non poter uscire di casa per un certo periodo di tempo è certamente un mezzo di educazione. Gli amici sono spesso estremamente importanti in questa fase della vita e chiaramente più importanti della scuola, dei compiti o delle regole generali di casa.

Tuttavia, la reclusione totale è di solito un segno di impotenza. In questo modo, la situazione domestica diventa spesso ancora più complicata.
I fronti si induriscono e il comportamento scorretto in questione perde di significato.

Si parla invece degli arresti domiciliari in sé e della presunta ingiustizia che si cela dietro questa punizione. A questo punto, alcuni genitori risponderanno sicuramente che hanno già provato di tutto e che nulla funziona davvero.

Gli arresti domiciliari non sono belli, ma sono abbastanza facili da attuare, a patto che i figli non siano dei ribelli eccezionali che non si curano delle regole dei genitori.

I bambini, proprio come gli adulti, sono esseri umani con diritti e responsabilità. Mentrei bambini spesso dimenticano i loro doveri, gli adulti tendono a etichettare i bambini con troppa facilità e a non trattarli da pari a pari.

Tuttavia, più i bambini crescono, più diventa importante elaborare regole comuni che tutti i membri della famiglia devono rispettare.

Suggerimento: non sprecate energie insensate mettendo in punizione i vostri figli, perché in seguito non si tratterà più del comportamento effettivamente scorretto, ma piuttosto di ripagare in qualche modo l’ingiustizia percepita.

3. alternative agli arresti domiciliari

Le punizioni hanno sempre il retrogusto amaro di essere utilizzate solo quando non è possibile trovare una soluzione in altro modo.
Questo vale sia per gli arresti domiciliari che per il divieto assoluto di usare la televisione o il computer.

Invece, è bene concentrarsi in modo specifico su ciò che sta accadendo. Chiedete attivamente perché vostro figlio ha infranto una certa regola.

vater-sohn-gespraech
La messa in punizione di solito non risolve i problemi.

A volte basta una semplice domanda per disinnescare completamente la situazione. Magari si scopre che tutti gli amici di vostra figlia o di vostro figlio hanno il permesso di stare fuori mezz’ora in più, e quindi c’è sempre attrito.
Volete davvero mettere a repentaglio la pace domestica a questo punto solo per dimostrare che avete il potere in casa?

L’ideale sarebbe che i vostri figli vi rispettassero comunque e senza inutili asprezze.
Pertanto, cercate sempre di reagire concretamente alla rispettiva situazione e di adeguare le conseguenze ad essa.

In questo modo, mostrerete a vostro figlio che non è vostra intenzione dimostrare di essere il più forte nella situazione, ma piuttosto che vi interessa che vostro figlio si renda conto dell’ingiustizia ed eviti di farlo in futuro.

Nelle prossime sezioni presenteremo brevemente le possibili conseguenze del comportamento scorretto di vostro figlio.

3.1. il bambino ruba

Se il bambino ha rubato qualcosa, la punizione consiste nel restituire la merce rubata e scusarsi di persona.

Questo dovrebbe essere fatto a prescindere da ogni possibile conseguenza penale.

3.2 La stanza disordinata

Se vostro figlio non mette in ordine la stanza, non dovete metterlo in punizione. Se avete in programma una visita alla nonna, che il bambino aspetta con ansia, ma si rifiuta di riordinare la stanza in anticipo, questa diventa una condizione.

Finché la stanza non sarà riordinata, la visita non avrà luogo. Naturalmente, questo potrebbe valere anche per l’incontro con gli amici o per l’amato sport in discoteca.

3.3 La bevanda rovesciata

In questo esempio, il bambino rovescia una bevanda mentre mangia insieme.
Naturalmente, questo può accadere a chiunque e non è un fatto negativo.

Tuttavia, se il bambino si rifiuta di pulire, non riceverà una nuova bevanda.
Naturalmente, questo esempio non riguarda il ritiro dell’acqua, ma solo il ritiro di una particolare bevanda.

4 I bambini non hanno bisogno di punizioni, ma di limiti.

OffertaBestseller No. 1
Quando e come punire i bambini?
  • Bergeret, Jean (Author)
Bestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3
Facciamo le facce
  • Editore: Gribaudo
  • Autore: Aavv
  • Collana: I libri girevoli
  • Formato: Cartonato
  • Anno: 2018

Articoli correlati