Baby Blues: tutto sul pianto dei giorni dopo la nascita

Per tutta la durata della gravidanza, i genitori in attesa attendono febbrilmente il momento in cui il loro bambino vedrà finalmente la luce. Ma durante le prime ore e i primi giorni, il corpo viene …

Baby Blues: tutto sul pianto dei giorni dopo la nascita

baby blues
  1. Rivista
  2. »
  3. Gravidanza
  4. »
  5. Dopo la gravidanza
  6. »
  7. Baby Blues: tutto sul pianto dei giorni dopo la nascita
Perché i sentimenti fluttuano dopo il parto?

Dopo la nascita di un bambino, il corpo di una donna si adatta rapidamente e si verifica un calo degli ormoni. La concentrazione molto più bassa degli ormoni progesterone ed estrogeno ha un forte effetto sullo stato d’animo della donna. Tuttavia, di solito bastano pochi giorni perché i livelli ormonali si regolino di nuovo.

Qual è la differenza tra il baby blues e la depressione post-partum?

Il baby blues è una reazione del tutto naturale al cambiamento ormonale. Non è necessario alcun trattamento speciale e i sintomi si attenuano al massimo dopo 10 giorni. La depressione post-partum, invece, è più grave e deve essere trattata in regime ambulatoriale o di ricovero, a seconda dei casi.

Come possono i genitori sopravvivere al baby blues?

Per potersi adattare alla nuova situazione, è necessario un po’ di tempo e di riposo. Trascorrete molto tempo con il vostro bambino in modo da creare un legame. Per molti genitori è utile anche parlare dei propri sentimenti con una persona fidata.

Per tutta la durata della gravidanza, i genitori in attesa attendono febbrilmente il momento in cui il loro bambino vedrà finalmente la luce. Ma durante le prime ore e i primi giorni, il corpo viene inondato da così tanti ormoni che, invece della gioia pura, si possono verificare enormi sbalzi emotivi, noti anche come baby blues.

In questo articolo vi spieghiamo la differenza tra baby blues e depressione post-partum e vi raccontiamo come nasce il caos emotivo. Inoltre, vi daremo consigli sulle migliori contromisure da adottare per superare le oscillazioni emotive.
[button]Acquista la letteratura di intrattenimento sull’argomento direttamente online[/button]

1. baby blues invece di felicità materna – quando i sentimenti e gli ormoni impazziscono

Il blues della gravidanza
Oltre al baby blues, esiste anche il pregnancy blues, che si manifesta già prima del parto. Le donne colpite si sentono gonfie, poco attraenti e sopraffatte da tutti i preparativi. Antidoti collaudati sono lo sport, i massaggi e il relax. Incontrate gli amici, trascorrete molto tempo con il vostro partner e state tranquille sul divano o a letto per un giorno intero.

Poco prima del parto, i futuri genitori sono di solito incredibilmente eccitati e pieni di aspettative per il fatto che presto potranno finalmente stringere il loro bambino tra le braccia. Immaginano di essere travolti da un’ondata di felicità alla vista del loro bambino e questa felicità è perfetta.

La disillusione aumenta quando , al posto dei sentimenti di felicità, prevalgono paure, preoccupazioni e richieste eccessive. Si chiedono quando il caos emotivo finirà e la gioia arriverà finalmente.

Circa l’80% delle neomamme è colpita dal baby blues nei primi giorni dopo la nascita, che vengono anche chiamati “giorni del pianto”. Per definizione, si tratta della sensibilità psicologica che si instaura nella madre dopo la nascita di un bambino.

Molte madri sono turbate quando non provano una felicità travolgente come avevano sperato, ma tristezza e sconforto. La nascita deve essere elaborata prima di tutto a livello mentale. Soprattutto dopo un parto cesareo, molte madri si colpevolizzano. Tuttavia, questi sentimenti fanno parte del processo naturale del parto.

Durante la gravidanza, la concentrazione dei due ormoni estrogeno e progesterone è particolarmente elevata. Dopo il parto , tuttavia, si riduce rapidamente, con effetti particolarmente negativi sull’umore.

In questo momento lo stato emotivo della donna è talmente instabile che si sente sopraffatta da ogni minima cosa e inizia a piangere. A ciò si aggiungono la stanchezza, la mancanza di sonno e la consapevolezza di essere responsabile di un essere vivente. Tuttavia, non appena l’equilibrio ormonale si regola, i sintomi si attenuano rapidamente. La durata del baby blues di solito non supera i 7-10 giorni.

2 Baby blues o depressione post-partum: ecco le differenze

junge mutter leidet unter einer wochenbettdepression
In caso di sconforto persistente, attacchi di panico o addirittura pensieri suicidi, è necessario rivolgersi a dei professionisti.

Anche se il baby blues viene spesso chiamato postpartum blues, c’è un’importante differenza con la depressione post-partum, detta anche depressione post-partum (PPD). L’unica cosa che hanno in comune è che si tratta di sbalzi d’umore che si verificano durante il periodo post-partum.

La depressione post-partum si manifesta, tra gli altri, con i seguenti sintomi:

  • tristezza permanente
  • stanchezza estrema
  • mancanza di gioia
  • disturbi del sonno
  • preoccupazioni e paure esagerate
  • attacchi di panico
  • aggressività
  • palpitazioni cardiache
  • pianto frequente e persistente
  • pensieri suicidi

Esistono anche differenze di durata tra il baby blues e la depressione post-partum. Mentre i sintomi del baby blues durano solo pochi giorni, gli sbalzi d’umore della depressione post-partum non si arrestano e durano fino a sei mesi.

A differenza del baby blues, la depressione post-partum richiede un trattamento. Se ritenete che voi o il vostro partner soffriate di depressione post-partum, dovete assolutamente chiedere aiuto.

Secondo l’Associazione tedesca per il diabete, fino al 15% delle giovani madri in Germania soffre di depressione post-partum. Nel peggiore dei casi, ciò può portare a una depressione di lunga durata e a problemi di attaccamento con il bambino. Secondo un nuovo metastudio, le donne con diabete gestazionale sono colpite molto più frequentemente.

In questo video potete vederecosa aiuta la depressione post-partum:

3. anche gli uomini possono soffrire di “baby blues”.

vater leidet unter baby blues
Non solo le donne, ma anche gli uomini possono cadere in un breve periodo di depressione mentale.

Anche se il baby blues è un fenomeno psicologico che colpisce soprattutto la madre di un bambino, l’esperienza ha dimostrato che anche gli uomini possono essere colpiti da queste fluttuazioni emotive.

Sebbene in questo caso le fluttuazioni emotive non siano dovute a un calo ormonale, anche un padre deve lottare con sentimenti di sopraffazione e impotenza. Dopo la nascita di un bambino, non solo la madre ma anche il padre si rende conto che sta iniziando una nuova fase della vita in cui si concentra la responsabilità di un essere vivente.

Gli uomini a volte si sentono impotenti e completamente sopraffatti dall’intera situazione. Lo strano ambiente dell’ospedale può aumentare il disagio fisico ed emotivo.

4. misure per uscire dall’umore basso

junge mutter haelt ihr baby fest im arm
Per alleviare gli sbalzi d’umore, è necessario costruire un legame stretto con il bambino.

La nascita di un bambino dà alla vita un significato completamente nuovo a cui sia le madri che i padri devono abituarsi. Questo processo richiede un po’ di tempo. Concedetevi riposo e sonno a sufficienza. Dopo circa una settimana, la maggior parte dei genitori si sente di nuovo molto meglio.

Poiché il baby blues non è una malattia, non deve essere trattato. È importante lasciare liberi i propri sentimenti e le proprie paure. Parlate con il vostro partner o con un parente stretto di come vi sentite e di ciò che vi preoccupa di più. Questo è il modo migliore per alleviare i timori per il futuro.

Assicuratevi inoltre di riposare il più possibile nei primi giorni dopo il parto e di trascorrere molto tempo con il vostro bambino. Costruite un legame forte in modo che i sentimenti positivi prevalgano dopo qualche tempo. In questa situazione, non abbiate paura di rimandare la visita a qualche giorno dopo.

Per alleviare gli sbalzi d’umore si possono utilizzare anche rimedi omeopatici. Tuttavia, l’effetto di questi rimedi è ancora controverso.

Suggerimento: le ostetriche e i medici conoscono bene come si sente una madre o un padre dopo la nascita del primo figlio. Pertanto, sentitevi libere di parlare apertamente di come sta andando la vostra vita emotiva.

5. libri divertenti che vi aiutano a vedere il periodo del baby blues in modo molto più rilassato

OffertaBestseller No. 1
Baby blue
  • Eriksson, Bim (Author)
OffertaBestseller No. 2
Bestseller No. 3
Velluto blu
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • KYLE MACLACHLAN, ISABELLA ROSSELLINI, DENNIS HOPPER (Actors)
  • DAVID LYNCH (Director) - David Lynch (Writer) - Fred C. Caruso (Producer)

Articoli correlati