Intolleranza al fruttosio nei bambini: ecco gli effetti dell’allergia

L’intolleranza al fruttosio nei bambini pone inizialmente molti genitori di fronte a una grande sfida. Come si può individuare un’intolleranza al fruttosio? Quali sono i sintomi e cosa succede dopo la diagnosi? Nella nostra guida …

Intolleranza al fruttosio nei bambini: ecco gli effetti dell’allergia

Fructoseintoleranz
  1. Rivista
  2. »
  3. Salute
  4. »
  5. Alimentazione
  6. »
  7. Intolleranza al fruttosio nei bambini: ecco gli effetti dell’allergia
Cosa significa intolleranza al fruttosio?

Quando si parla di intolleranza al fruttosio, di solito si intende l’intolleranza intestinale al fruttosio. Questa forma di intolleranza non porta a evitare completamente il fruttosio.

Come si riconosce l’intolleranza al fruttosio?

I bambini affetti soffrono spesso di flatulenza, nausea e vomito, crampi, diarrea e costipazione dopo aver mangiato.

A quali alimenti devo prestare attenzione?

Le mele e le ciliegie, ad esempio, contengono molto fruttosio. Gli agrumi e i meloni, ad esempio, contengono poco fruttosio. Le verdure di solito non contengono quasi per niente fruttosio.

L’intolleranza al fruttosio nei bambini pone inizialmente molti genitori di fronte a una grande sfida. Come si può individuare un’intolleranza al fruttosio? Quali sono i sintomi e cosa succede dopo la diagnosi? Nella nostra guida vi forniamo molte informazioni sull’allergia e vi spieghiamo fino a che punto i sintomi possono essere alleviati.

[button]Ricette per cucinare con poco fruttosio[/button]

1. intolleranza al fruttosio – come affrontarla

verschiedene Zuckerarten
Lo zucchero ordinario contiene una grande percentuale di fruttosio.

Se in un bambino si verifica un’intolleranza al fruttosio, ciò si traduce in un’intensa preoccupazione per i singoli alimenti.
A seconda della gravità dell’intolleranza, l’alimentazione è accompagnata da forti dolori addominali e diarrea. Per alleviare i sintomi è necessario modificare la dieta.

Quando si parla di intolleranza al fruttosio, di solito si intende l’intolleranza intestinale al fruttosio. Questa forma di intolleranza non porta a evitare completamente il fruttosio. È piuttosto la quantità a determinare lo sviluppo dei sintomi.

Il termine più recente di malassorbimento del fruttosio viene utilizzato quando l’organismo non è in grado di elaborare correttamente il fruttosio, ma non si manifestano altri sintomi. Solo un bambino su tre che soffre di intolleranza sviluppa sintomi. Per questo motivo, il malassorbimento del fruttosio spesso non viene rilevato.

Anche se il fruttosio è contenuto in molti alimenti, fortunatamente esistono anche molti cibi che non lo contengono. All’inizio è quindi importante provare molte ricette diverse.

La rinuncia consapevole agli alimenti contenenti fruttosio può essere adattata passo dopo passo. Un autotest è un buon modo per scoprire quanto è grave l’intolleranza e quale concentrazione di fruttosio l’organismo può tollerare.

Attenzione: la variante di gran lunga peggiore è quella ereditaria. La cosiddetta intolleranza ereditaria al fruttosio ha una probabilità di solo 1:10.000, mentre l’intolleranza intestinale al fruttosio si verifica in circa un terzo delle persone.

2. l’individuazione dell’intolleranza al fruttosio nei bambini

Molte allergie possono essere diagnosticate con relativa facilità con un semplice test. Purtroppo, questo non è possibile nel caso dell’intolleranza al fruttosio. Piuttosto, i bambini affetti da intolleranza al fruttosio spesso lamentano alcuni o addirittura tutti i seguenti sintomi:

Kind mit Bauchschmerzen durch Fructoseintoleranz
Molti bambini lamentano dolori addominali già 30-60 minuti dopo aver mangiato.
  • Flatulenza
  • Nausea e vomito
  • Crampi e diarrea
  • Stitichezza

Questo elenco non è assolutamente esaustivo. In molti casi, i bambini lamentano anche problemi psicologici che sono la conseguenza dell’intolleranza al fruttosio e dei disturbi ad essa associati.
Ad esempio, si verificano mal di testa, vertigini, stanchezza e problemi di sonno.

Sebbene i sintomi dell’intolleranza al fruttosio compaiano spesso poco dopo un pasto, possono anche manifestarsi con un certo ritardo, il che rende più difficile la diagnosi.

Per ottenere una diagnosi il più possibile accurata, è necessario annotare esattamente ciò che il bambino mangia e quali sintomi si manifestano in quale momento. Un cosiddetto diario dei sintomi rende più facile e veloce la diagnosi da parte del pediatra.

Il test vero e proprio è il breath test. Per questo test è necessario bere una speciale soluzione di fruttosio. Poco dopo si controlla l’alito. Il problema di questo test è che i sintomi diventano evidenti durante il test. Soprattutto quando il livello di tolleranza è molto basso, i sintomi sono evidenti.

Tuttavia, i risultati sono relativamente affidabili. Solo nei casi di sospetta intolleranza ereditaria al fruttosio il test è troppo rischioso. In questo caso, tuttavia, esistono procedure di test genetici che portano a un risultato inequivocabile.

3. fruttosio: ecco quanto è presente nei singoli alimenti

Fructosehaltige Lebensmittel und Obst
C’è molto fruttosio nei succhi di frutta. In caso di dubbio, anche il consumo di frutta pura è meno problematico
.

Se un bambino ha un’intolleranza al fruttosio, non è solo l’assunzione di frutta a costituire un grosso problema. Il fruttosio si trova in molti alimenti diversi che la maggior parte delle persone non penserebbe che contengano fruttosio.
In caso di dubbio, tuttavia, sono proprio questi prodotti che dovrebbero essere omessi per consentire almeno il consumo di una piccola quantità di frutta.

Il consumo di numerosi dolcificanti è particolarmente problematico. A causa della dolcezza naturale relativamente forte del fruttosio, molti produttori di prodotti finiti si affidano al fruttosio.
Ciò riguarda soprattutto lo zucchero domestico, ma anche prodotti naturali come lo sciroppo d’agave, il miele o lo sciroppo di mais. Le persone che soffrono di intolleranza al fruttosio dovrebbero evitare anche il sorbitolo, poiché viene metabolizzato in fruttosio.

I seguenti alimenti contengono quantità relativamente elevate di fruttosio:

  • Mele
  • pere
  • Uva
  • Datteri
  • Ciliegie
  • Fichi
Papaya
Le papaie contengono molte vitamine e relativamente poco fruttosio.

Quindi, se possibile, scegliete frutta con un basso contenuto di fruttosio. I seguenti frutti sono adatti alla maggior parte dei bambini intolleranti al fruttosio:

  • Agrumi (soprattutto limoni)
  • Papaia
  • Nettarine, pesche e albicocche
  • Meloni (sia meloni che angurie)

Le verdure, invece, possono essere consumate quasi senza esitazione. Quasi nessuna verdura contiene più di 1 o 2 g di fruttosio per 100 g. Una soglia di 25 g è spesso considerata un valore critico, quindi non è necessario rinunciare alle verdure.
Al contrario, è particolarmente indicata per fornire all’organismo una quantità sufficiente di vitamine e non dover ricorrere a integratori alimentari sotto forma di compresse.

Attenzione: cereali, patate, carne, pesce e latte non contengono fruttosio.
Tuttavia, se si acquistano prodotti pronti con impanatura o zucchero aggiunto, il contenuto di fruttosio è rapidamente troppo elevato.

4. FAQ: Domande e risposte importanti

Gemüse
Sostituire la frutta con molta verdura.

I bambini devono evitare completamente il fruttosio se hanno un’intolleranza?

No, ma una cura di breve durata aiuta a depurare l’organismo. Durante questa fase – di solito due settimane sono considerate utili – si dovrebbe evitare quasi completamente il fruttosio.
In seguito, è opportuno integrare gradualmente gli alimenti contenenti fruttosio nella propria dieta.

In questo modo, ci si può regolare nel modo più preciso possibile senza dover rinunciare a troppe cose. Provate anche a testare di tanto in tanto la soglia per assicurarvi che non stiate evitando inutilmente alcune cose.

Esistono farmaci per l’intolleranza al fruttosio nei bambini?

Finora non esistono farmaci efficaci per l’intolleranza al fruttosio. A differenza dell’intolleranza al lattosio, non è possibile assumere fruttosio in compresse. Tuttavia, con un cambiamento mirato della dieta, è possibile condurre una vita priva di sintomi, in cui voi e i vostri figli dovrete fare a meno di ben poco.

Fa differenza se la frutta viene consumata cruda o cotta?

Sebbene la frutta perda spesso vitamine con la cottura, il fruttosio che contiene è anche molto meglio tollerato. Nella maggior parte dei casi, quindi, non è problematico mangiare una mela cotta in inverno.

5. ricette per cucinare con poco fruttosio

Bestseller No. 1

Articoli correlati